Chent'annos. Cento anni di ​Cagliari e cento racconti sul club rossoblù. I calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti ma anche eventi e curiosità che hanno fatto la storia della società isolana. Un viaggio nel cuore della squadra che rappresenta un'intera regione per cento giorni, fino al 30 maggio 2020, giorno del Centenario rossoblù.


L'attaccante perfetto da affiancare a Gigi Riva


Il compagno di reparto ideale per Gigi Riva. Sergio Gori, per tutti Bobo, è arrivato in Sardegna come parziale contropartita tecnica (insieme a Domenghini) nell'affare tra Cagliari e Inter per il passaggio di Boninsegna in nerazzurro. Mai scelta fu più azzeccata. Al primo anno in terra sarda, l'ex attaccante interista (che arrivava da una stagione deludente a Milano) vince subito lo Scudetto e si rivela il partner ideale della stella rossoblù, Riva.


“Il gol più importante? Sicuramente il 2-0 di Bari, che decretò la vittoria dello scudetto. Perché? Per la Sardegna, per me, per la mia famiglia"


Non è stato un attaccante da tantissimi gol. La sua migliore stagione dal punto di vista realizzativo è stata quella 1974-75, la sua ultima in maglia rossoblù, quando toccò quota 10 gol in Serie A. Fondamentali per il Cagliari privo di Riva, out per l'ennesimo infortunio della sua carriera. Nelle altre cinque stagioni in Sardegna non ha mai superato i 6 gol in campionato. Nonostante ciò è stato funzionale al gioco della squadra sarda. La sua intesa con Riva infatti ha fatto le fortune della formazione cagliaritana nell'anno dello Scudetto e nelle successive stagioni.


Uno Scudetto storico che gli vale anche la chiamata azzurra


Non è una frase fatta. Vincere uno Scudetto in provincia vale più di qualsiasi titolo vinto nelle big. Lo stesso Bobo Gori lo ha dichiarato senza mezzi termini in una recente intervista:


"Il momento più bello della carriera è stato il primo anno a Cagliari e la vittoria dello Scudetto. Al termine di questa stagione telefonai a casa e dissi: 'ce l'ho fatta!'. Forse è una frase retorica e scontata ma per me valeva molto"


E Sergio Gori ha legato il suo nome a quello del Cagliari per l'unico Scudetto vinto dal club rossoblù nella sua storia. L'exploit della stagione 1969-70 ha permesso all'attaccante milanese di nascita di esordire in Nazionale durante il Mondiale di Messico '70. Con gli azzurri giocò altre due gare: un'amichevole e un match di Qualificazione a Euro '72, chiudendo così con sole tre presenze la sua esperienza con la Nazionale.


Breve biografia di Sergio Gori

Sergio Gori (Milano, 24 febbraio 1946) ha vestito la maglia del Cagliari per sei stagioni. Arriva in Sardegna nell'estate 1969 come parziale contropartita dell'affare Boninsegna-Inter. Con i colori rossoblù vince subito lo Scudetto da protagonista (a fine carriera conterà quattro scudetti con tre squadre diverse, solo altri quattro italiani sono riusciti in questa impresa) e diventa cannoniere della squadra isolana nella stagione 1974-75, nella sua ultima annata in Sardegna. Con il Cagliari ha collezionato 202 presenze e 37 gol in tutte le competizioni. La società cagliaritana lo ha inserito nella Hall of Fame.


Articolo e rubrica a cura di Marco Deiana


LEGGI ANCHE:


#1 - La storia di Daniele Conti

#2 - La storia di Manlio Scopigno

#3 - La storia di Roberto Muzzi

#4 - La storia di Fabian O'Neill

#5 - La storia di Alessio Scarpi

#6 - La storia di Massimiliano Allegri

#7 - La storia di Enzo Francescoli

#8 - La storia di David Suazo

#9 - La storia di Enrico Albertosi

#10 - La storia di Matteo Villa

#11 - La storia di Tonino Orrù

#12 - La storia di Gianfranco Matteoli

#13 - La storia di Davide Astori

#14 - La storia di Gigi Piras

#15 - La storia di Luis Oliveira

#16 - La storia di Gigi Riva

#17 - ​La storia di Francesco Pisano


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!