E' stato di certo il protagonista assoluto dell'importante vittoria ottenuta sul Verona. Grazie alla doppietta di Fabio Quagliarella, infatti, la Sampdoria ha battuto 2-1 gli scaligeri in rimonta ed ha aumentato ancora le proprie chance salvezza.


Ma a tenere banco per Quagliarella, così come per tutto il calcio italiano, è sempre l'emergenza coronavirus. ​"Giocare a porte chiuse è un altro sport - ha detto l'attaccante blucerchiato ai microfoni di Sky Sport -. A inizio partita non puoi dare la mano all'avversario poi quando inizi ci sono le marcature sui calci d'angolo, mi viene da ridere, mi lascia perplesso. Rinvii e decisioni continue? Stacchi non stacchi, concentrato non concentrato... non è facile sicuramente". 

UC Sampdoria v Hellas Verona - Serie A


Il futuro prossimo del campionato è sempre più in bilico e martedì se ne saprà di più dopo il consiglio straordinario convocato dalla FIGC. Questa la posizione in merito di Quagliarella: "Stiamo provando a capire cosa si può fare. Non so se sia giusto giocare o no. Noi ci adegueremo a ciò che ci verrà imposto. In questi giorni ci sentiremo tra noi giocatori, basta che ci sia coerenza sulle direttive da seguire".


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!