Chent'annos. Cento anni di ​Cagliari e cento racconti sul club rossoblù. I calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti ma anche eventi e curiosità che hanno fatto la storia della società isolana. Un viaggio nel cuore della squadra che rappresenta un'intera regione per cento giorni, fino al 30 maggio 2020, giorno del Centenario rossoblù.


Esplosivo e reattivo, una Bombetta

Francesco Pisano

Terzino esplosivo, rapido e abile negli interventi in scivolata, spesso da ultimo uomo e decisivi. Per anni è stato il padrone della fascia destra difensiva. Nonostante le diverse alternative arrivate a Cagliari, Francesco Pisano riusciva sempre a strappare la fiducia dell'allenatore di turno. E non sono stati pochi, considerando la facilità di esonero da parte di Massimo Cellino. All'anagrafe è Francesco Pisano, per i tifosi è diventato Bombetta. Il soprannome gli è stato assegnato da Nedo Sonetti. Il tecnico dopo averlo osservato da vicino ad Asseminello, racchiuse tutte le sue caratteristiche in questo nomignolo. 


Probabilmente non è stato uno dei terzini più eleganti a vestire la maglia del Cagliari ma sicuramente è stato uno dei più concreti. Non era facile superarlo né in velocità né nel duello fisico, pagava un po' sui palloni alti per via dell'altezza ma riusciva a farsi rispettare anche in quelle circostanze. D'altronde non si rimane titolari inamovibili per undici anni in Serie A nel Cagliari.


Dalle giovanili alla prima squadra: il sogno diventato realtà

Francesco Pisano

Ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile del Cagliari. Dall'età di 11 anni fino all'esordio in prima squadra avvenuto a 18 anni, nella trasferta del Via del Mare contro il Lecce (match finito 3-1 per i salentini). Alla sua prima stagione da professionista (2004-05) colleziona ben 13 presenze. Da lì in poi diventa un punto di riferimento per la squadra e per lo spogliatoio, e nonostante la sua avventura con i colori rossoblù si sia conclusa a soli 29 anni (non ancora compiuti) è tra i giocatori con più presenze con la formazione cagliaritana. 


Undici stagioni consecutive nel massimo campionato italiano, da protagonista, con un finale che lascia un po' l'amaro in bocca. La stagione 2014-15 è quella che segna la fine di un'era in casa rossoblù con la retrocessione in Serie B e gli addii di Daniele Conti, Andrea Cossu e dello stesso Francesco Pisano, che proseguirà la carriera non lontano da Cagliari: dopo due brevi avventure semestrali al Bolton e all'Avellino, Bombetta decide di sposare il progetto Olbia scendendo di due categorie, fino alla Serie C.


Breve biografia di Francesco Pisano

Francesco Pisano

Francesco Pisano (Cagliari, 29 aprile 1986) ha vestito la maglia del Cagliari per undici stagioni. Prodotto del vivaio rossoblù, esordisce in prima squadra nella stagione 2004-05 con Daniele Arrigoni in panchina. Da quel momento diventa titolare della fascia destra difensiva, collezionando 248 presenze in tutte le competizioni (Serie A e Coppa Italia) e un solo gol, contro la Roma all'Olimpico il 1° febbraio 2013. A 22 anni ha indossato la fascia di capitano del Cagliari.


Articolo e rubrica a cura di Marco Deiana


LEGGI ANCHE:


#1 - La storia di Daniele Conti

#2 - La storia di Manlio Scopigno

#3 - La storia di Roberto Muzzi

#4 - La storia di Fabian O'Neill

#5 - La storia di Alessio Scarpi

#6 - La storia di Massimiliano Allegri

#7 - La storia di Enzo Francescoli

#8 - La storia di David Suazo

#9 - La storia di Enrico Albertosi

#10 - La storia di Matteo Villa

#11 - La storia di Tonino Orrù

#12 - La storia di Gianfranco Matteoli

#13 - La storia di Davide Astori

#14 - La storia di Gigi Piras

#15 - La storia di Luis Oliveira

#16 - ​La storia di Gigi Riva


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!