Chent'annos. Cento anni di Cagliari e cento racconti sul club rossoblù. I calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti ma anche eventi e curiosità che hanno fatto la storia della società isolana. Un viaggio nel cuore della squadra che rappresenta un'intera regione per cento giorni, fino al 30 maggio 2020, giorno del Centenario rossoblù.


Un legame duraturo con la Sardegna


Dici Luis Oliveira - per i tifosi cagliaritani semplicemente Lulù - e pensi subito alla Coppa UEFA e quell'impresa incompiuta. Una cavalcata quanto emozionante quanto ricca di rimpianti. E l'attaccante belga (ma nato in Brasile) è stato tra i protagonisti di quella bellissima esperienza che ancora oggi, a distanza di tantissimi fa emozionare il popolo rossoblù. E per il calore ricevuto proprio dai tifosi, ma anche per il modo di vivere dei sardi, Lulù è rimasto legatissimo a Cagliari e alla Sardegna, tanto da trasferirsi in pianta stabile nell'isola (lavoro permettendo) per viverla a tutto tondo anche dopo la fine della sua carriera da calciatore.


In Sardegna ha conosciuto la sua seconda moglie. Insomma, il legame con la terra sarda non è stato solo professionale ma anche sentimentale. 


Look alternativi e classe immensa: l'avventura rossoblù di Luis Oliveira 

Lulù Oliveira era un attaccante imprevedibile, brevilineo e tecnicamente formidabile. Un vero e proprio brasiliano. Anche dal punto di vista caratteriale il DNA è tutto brasiliano con look rivedibili e comportamenti discutibili ma in campo faceva la differenza. Sapeva adattarsi con qualsiasi compagno d'attacco. È stato sicuramente uno degli attaccanti più completi ad aver vestito la maglia del Cagliari: prima punta, seconda punta o trequartista. Le sue caratteristiche tecniche e tattiche gli permettevano di giocare ovunque.


Arrivò in Sardegna nell'estate '92. Un colpo da maestro dell'allora presidente Massimo Cellino e del direttore sportivo Carmine Longo. Dopo aver visionato una serie di videocassette, la dirigenza rossoblù decise di investire 6 miliardi di lire per strapparlo all'Anderlecht. Metà della cifra incassata dalla cessione di Daniel Fonseca al Napoli. Parte male l'avventura a Cagliari di Luis Oliveira. I look stravaganti e il carattere forte del belga non piacciono all'allenatore Carlo Mazzone. Il mister rossoblù è ammaliato dalla classe del calciatore ma quell'orecchino ricco di brillanti appoggiato sul lobo sinistro dell'orecchio di Lulù proprio non gli va a genio. Per il bene del Cagliari però il tecnico chiuderà un occhio (forse anche due!) e lo valorizza al massimo. Seguirono altre tre stagioni di altissimo livello, compresa la cavalcata in Coppa UEFA (10 partite e 4 gol). Poi la parentesi di tre anni, tutto sommato positiva (ma senza quel definitivo salto di qualità che ci si attendeva da lui), alla Fiorentina e il ritorno in Sardegna nell'estate '99. Una stagione ricca di alti e bassi chiusa la retrocessione in Serie B e l'addio definitivo al Cagliari. Successivamente torna nell'isola per chiudere la carriera tra i dilettanti.


Breve biografia di Luis Oliveira

Hidetoshi Nakata

Luis Oliveira (Sao Luis, 24 marzo 1969) ha vestito la maglia del Cagliari per cinque stagioni, non consecutive. Acquistato dall'Anderlecht per 6 miliardi di vecchie lire nell'estate '92, l'attaccante brasiliano (naturalizzato belga) gioca per quattro anni consecutivi in Sardegna ed è tra i protagonisti della cavalcata in Coppa UEFA della stagione 1993-94. Lascia l'isola nel 1996 per poi tornarci tre anni più tardi, rimanendo a Cagliari per una sola annata che si concluderà con la retrocessione in Serie B. In totale (considerando Serie A, Coppa Italia e Coppa UEFA) con la maglia rossoblù ha disputato 173 partite e realizzato 55 gol. La società isolana lo ha inserito nella Hall of Fame.


Articolo e rubrica a cura di Marco Deiana


LEGGI ANCHE:


#1 - La storia di Daniele Conti

#2 - La storia di Manlio Scopigno

#3 - La storia di Roberto Muzzi

#4 - La storia di Fabian O'Neill

#5 - La storia di Alessio Scarpi

#6 - La storia di Massimiliano Allegri

#7 - La storia di Enzo Francescoli

#8 - La storia di David Suazo

#9 - La storia di Enrico Albertosi

#10 - La storia di Matteo Villa

#11 - La storia di Tonino Orrù

#12 - La storia di Gianfranco Matteoli

#13 - La storia di Davide Astori

#14 - ​La storia di Gigi Piras


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!