Chent'annos. Cento anni di ​Cagliari e cento racconti sul club rossoblù. I calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti ma anche eventi e curiosità che hanno fatto la storia della società isolana. Un viaggio nel cuore della squadra che rappresenta un'intera regione per cento giorni, fino al 30 maggio 2020, giorno del Centenario rossoblù.


Una vita dedicata al Cagliari


Da un Gigi all'altro. Se c'è un altro attaccante amato a Cagliari quasi quanto Riva, questo è sicuramente Piras. Gigi Piras per i tifosi rossoblù, all'anagrafe Luigi Piras. Avrebbe meritato qualche soddisfazione più importante ma per sua sfortuna ha vissuto nel periodo storico sbagliato. Negli anni '70 e '80 il Cagliari oscillava tra la Serie A e la Serie B. Alla fine dei conti infatti, non a caso, il bomber selargino ha difeso e onorato la maglia rossoblù per sette anni nella massima serie e per sette anni in cadetteria.


Ha fatto parte del Cagliari post Scudetto. Una società che ha fatto delle scelte sbagliate un suo marchio di fabbrica. Troppo grande l'eredità lasciata dalla squadra che ha fatto gioire un'intera regione. In tutto ciò Gigi Piras è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante, legandosi per sempre al club rossoblù. L'impatto con la Serie A non è stato sicuramente esaltante: poche presenze e pochissimi gol nelle prime tre stagioni a Cagliari. La retrocessione è stata quasi benefica per lui, uno dei pochi a rimanere in Sardegna nella rivoluzione generale effettuata dalla dirigenza cagliaritana. Diventa così leader dentro e fuori dal campo. Peccato che riesca a godersi giusto qualche gioia (un nono e un sesto posto in Serie A) e tante delusioni, come la retrocessione in cadetteria al termine della stagione 1982-83, in un annata dove nonostante tutto raggiunge il record di gol in Serie A (9), eguagliando l'anno precedente. Gli ultimi anni in Serie B sono di sofferenza pura, fino all'addio nell'estate '87 dopo il punto più basso raggiunto nella sua carriera a Cagliari, la retrocessione in Serie C.


Più uomo squadra che bomber (ma dai gol pesanti)


Ad eccezione delle prime tre stagioni in Serie B, dove ha raggiunto e superato di poco la doppia cifra in campionato, Gigi Piras nelle altre undici stagioni non è mai riuscito a raggiungere i dieci gol in campionato. Sì lo so, sono solo dei freddi numeri ma un attaccante si giudica anche per la sua capacità di finalizzare. In sette stagioni in Serie A ha realizzato 31 gol, una media di circa 4 gol a stagione; la media-gol raddoppia se invece consideriamo solamente i sette anni in Serie B. Se prendiamo in considerazione le quattordici stagioni totali, Coppa Italia compresa, la media realizzativa di Gigi Piras è di poco superiore alle 7 reti all'anno. Troppo poco per definirlo un bomber.


Eppure Gigi Piras è il terzo miglior marcatore di sempre del Cagliari. Probabilmente non è stato un bomber nel senso stretto del termine (o meglio, come siamo abituati a definirli oggi) ma una cosa è certa, segnava sempre gol pesantissimi e per tanti anni ha fatto gioire i tanti sardi lontani dall'isola e presenti lungo tutta la penisola, da Torino a Milano passando per Roma e Napoli. Questo vale più di qualche freddo numero che ha valore solamente dal punto di vista statistico, niente a che vedere con le emozioni che ha regalato ai tifosi rossoblù sparsi per l'Italia.


Breve biografia di Luigi Piras


Gigi Piras (Selargius, 22 ottobre 1954) ha legato la sua carriera da calciatore a quella del Cagliari. Cresciuto nella squadra della sua città natale, viene acquistato dal club cagliaritano nel 1971. Vestirà la maglia rossoblù per quattordici stagioni collezionando in totale - tra Serie A, Serie B e Coppa Italia - 377 presenze e realizzando 104 gol. È il terzo marcatore del Cagliari di tutti i tempi ed è stato uno dei pilastri della squadra che dopo tre anni di cadetteria si è ripresa la massima divisione italiana alla fine degli anni '70. Il Cagliari l'ha inserito nella Hall of Fame.


Articolo e rubrica a cura di Marco Deiana


LEGGI ANCHE:


#1 - La storia di Daniele Conti

#2 - La storia di Manlio Scopigno

#3 - La storia di Roberto Muzzi

#4 - La storia di Fabian O'Neill

#5 - La storia di Alessio Scarpi

#6 - La storia di Massimiliano Allegri

#7 - La storia di Enzo Francescoli

#8 - La storia di David Suazo

#9 - La storia di Enrico Albertosi

#10 - La storia di Matteo Villa

#11 - La storia di Tonino Orrù

#12 - La storia di Gianfranco Matteoli

#13 - ​La storia di Davide Astori


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!