​Il tecnico della ​Juventus, Maurizio Sarri, alla viglia del match con il Lione, aveva dichiarato: "Se ci alleniamo sempre come abbiamo fatto oggi per i prossimi tre mesi, possiamo toglierci delle grandi soddisfazioni". Eppure le cose in partita sono andate ben diversamente. I bianconeri hanno giocato male, perdendo di misura contro la squadra di Garcia. Come riporta la redazione di calciomercato.com, già nel riscaldamento erano emersi dei segnali non proprio fortunati.

FBL-EUR-C1-LYON-JUVENTUS

Leonardo Bonucci, difensore bianconero, aveva avvertito il clima non ideale che si respirava: "Ho detto a Matuidi che anche chi sta fuori fa la squadra. Si respirava che qualcosa non era acceso anche nella formazione titolare. Sono i piccoli dettagli che fanno la differenza”, ha spiegato il calciatore a Sky.

Leonardo Bonucci

Nella fase di riscaldamento non c'era Maurizio Sarri così come dichiarato dallo stesso coach: "Non esco durante il riscaldamento, ma il mio staff, che era presente, non mi ha segnalato nulla di particolare". La presenza del mister, probabilmente, sarebbe servita anche per stimolare maggiormente i calciatori. Se la squadra non ha giocato con la giusta intensità le responsabilità sono da attribuire anche all'allenatore. 


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!