​Alexander Isak è finalmente esploso in Liga. L'attaccante svedese classe '99 è ritornato al massimo della forma nel campionato spagnolo, tanto da segnare con la maglia del Real Sociedad ben 12 gol a partire da metà dicembre fino ad oggi. Isak è passato alla società basca in estate dal Borussia Dortmund, dopo che i tedeschi hanno smesso di "aspettare" che il suo talento sbocciasse definitivamente. Eppure Isak nel Willem II, dove era stato mandato in prestito nel gennaio dell'anno scorso, aveva fatto intravedere grandi cose, segando in Eredivisie addirittura 13 gol in metà stagione. 


Ora il Borussia si mangia le mani per non aver creduto fino in fondo in lui, ma d'altro canto i tedeschi hanno la possibilità di tornare sui loro passi poiché nel contratto del giocatore è inserita una clausola di riacquisto, pari a 30 milioni di euro ed esercitabile dall'estate del 2021 fino al 2024. 


Il giocatore però pensa solo al presente, tanto da aver dichiarato ad Aftonbladet: "Dortmund appartiene al passato, ora penso solo a fare bene con la Real Sociedad". Il Real Sociedad, clausola a parte, vuole fare in modo di blindare il suo gioiello, ma le grandi big europee hanno già messo gli occhi addosso a quello che viene già definito il nuovo Ibrahimovic, una di queste è anche il ​Milan

Alexander Isak

Il Milan già ora sembra virare su campagne di acquisto che vedono come focus il ringiovanimento della squadra (Ibra a parte), ecco che l'acquisto di un giovane di sicuro avvenire come lo svedese del Real Sociedad si sposerebbe alla perfezione con la nuova linea verde intrapresa dai rossoneri. Isak potrebbe essere il profilo giusto a maggior ragione se sulla panchina del Diavolo la prossima stagione siederà Ralf Rangnick, che sia da allenatore che da dirigente ha dimostrato di avere una preferenza per le giovani promesse più che per i veterani d'esperienza. 



Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!