L'ultima giornata è stata la più vista della Serie A. Per una volta non si parla di share televisivi, ma di spettatori presenti allo stadio.​ Nelle 10 partite disputate tra l'11 e il 13 gennaio sono stati 311.740 i tifosi che hanno assistito dal vivo alle partite di Serie A. Una media che supera i 30.000 spettatori a partita, numeri che non si vedevano dai magnifici anni 90.


Cristiano Ronaldo

Il picco è stato raggiunto grazie agli oltre 70.000 nell'anticipo di San Siro tra l'Inter e l'Atalanta e agli oltre 60.000 che hanno assistito al posticipo dell'Olimpico tra la Roma di Dzeko e la Juve di CR7. Il portoghese è forse uno dei fattori chiave di questa tendenza al rialzo. In una divertente intervista di Dazn per presentare l'ultimo derby della Mole, Willy Peyote e Shade, torinesi e affermati rapper della scena musicale italiana, nonostante la fede calcistica che li divide da sempre, si trovarono d'accordo nel dire che la prima attrazione turistica di Torino al momento è Cristiano Ronaldo. 


Quantificare il ritorno economico generato dall'asso portoghese è assai complicato, ma non ci sbagliamo ad affermare che da solo vale il prezzo del biglietto, soprattutto quando la Juventus gioca fuori casa. Se nella passata stagione CR7 era l'unico fenomeno da circo esportabile per la Serie A, in questa stagione di nuove attrazioni e di spettacoli interessanti ce ne sono a quantità. 

I giocolieri interisti Lautaro-Martinez, gli acrobati atalantini Gomez-Ilicic, il cannoniere Ciro Immobile per una Lazio da Scudetto. Esibizioni da non perdere per cui quando il circo della Serie A passa in città tutti in fila al botteghino. Il risultato dell'ultima giornata di campionato conferma un trend in crescita che già alla 16ª aveva fatto registrare una media di 29.289 spettatori. 


Lautaro Martinez,Romelu Lukaku

Rispetto al girone di andata della passata stagione (media di 25.172 spettatori) si registra un amento del 7%. Un motivo? Il campionato aveva preso una direzione ben precisa con la Juve in aperta fuga con il Napoli che chiuse il girone d'andata a -9, l'Inter a -14 e la Lazio a -21. 

Se prendiamo come riferimento l'anno 2017/18, la crescita di spettatori rispetto al girone di andata è del 26%. I numeri fanno sorridere la Lega che adesso punta ad abbattare il record delle presenze complessive nell'arco dell'intero campionato. La cifra record di 10.466.645 spettatori del campionato 1991/92 vinto dal Milan di Marco Van Basten, non è più un miraggio. 

I biglietti staccati nel girone di andata sono già 5.200.000 e considerando che nel girone di ritorno l'affluenza allo stadio dovrebbe andare in crescendo, la Serie A si aspetta di chiudere la stagione con uno dei migliori risultati di sempre e con una carta pesante da giocare nella prossima partita: quella della trattativa per la vendita dei diritti tv del triennio 2021-24.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!