In casa Napoli rimbomba ancora l'eco del "suicidio" sportivo dei ragazzi allenati da Gennaro Gattuso, usciti dall'Olimpico con una sconfitta contro la Lazio tanto immeritata, quanto bruciante. Un ko che allontana ancor di più il quarto posto che vale una qualificazione in Champions League che, insieme alla Coppa Italia e ai proibitivi ottavi di finale con il Barcellona resta uno dei (pochi) obiettivi del Napoli.

Fernando Llorente


A proposito di obiettivi, ma sul mercato, ne sono già stati raggiunti due, entrambi per il centrocampo, con gli arrivi di Stanislav Lobotka dal Celta Vigo e Diego Demme dal Lipsia. Ma per il club di De Laurentiis non ci sono solo operazioni in entrata. Nel giro di pochi giorni si è materializzata un'operazione di mercato in uscita che ha dell'incredibile, visto che riguarda Fernando Llorente, attaccante arrivato dal Tottenham a parametro zero nella precedente finestra estiva.


E dopo sole 14 presenze con la maglia del Napoli, condite da 3 reti realizzate, l'attaccante spagnolo può compiere il percorso inverso a distanza di pochi mesi. Llorente, infatti, può tornare agli Spurs in prestito fino al 30 giugno. E come rivela l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, l'operazione è gradita da entrambi i club: la palla, ma non in campo, ora è tra le mani di Llorente.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A.