Tempo di bilanci di fine anno. Il 2019 è ormai concluso e quindi è arrivato il tempo delle analisi e dei giudizi. Quali sono le squadre che più hanno deluso in questo anno solare? È tutto molto soggettivo, quindi non tutti potranno essere d'accordo con le quattro squadre selezionate. Si tratta di tre club di Serie A e una società inglese. Le quattro squadre non sono riuscite a rispettare le attese e a raggiungere gli obiettivi prefissati. Il giudizio è relativo naturalmente alla seconda parte della scorsa stagione e alla prima parte di quella attuale.


Fiorentina

Marco Benassi

Quanto sono lontani i tempi della Champions League e della presenza costante nella parte sinistra della classifica? È stato un 2019 (quasi) da dimenticare per la Fiorentina. Nella prima parte dell'anno ha rischiato di retrocedere in Serie B dopo una serie di sconfitte con Vincenzo Montella in panchina. Quest'estate l'addio della famiglia Della Valle e l'arrivo di Rocco Commisso - imprenditore italo-americano - ha riportato entusiasmo nell'ambiente viola. Ma la squadra, pur partita con grandi aspettative (sempre con Montella in panchina) non sta brillando e le sue prestazioni sono discontinue. Così sarà difficile tornare in Europa.


Napoli

Fabian Ruiz,Kostas Manolas

Il sogno Scudetto sembra irrealizzabile. Neanche nel 2019 il ​Napoli è riuscito a strappare il tricolore ai rivali della Juventus. Neanche l'esperienza di Carlo Ancelotti ha permesso alla squadra partenopea di fare il salto di qualità. Anzi, la formazione azzurra in questo anno solare non è riuscita minimamente ad impensierire i bianconeri. Nella prima parte dell'anno solare non hanno mai dato l'impressione di poter lottare con la squadra allenata - allora - da Massimiliano Allegri, nella seconda parte del 2019 peggio che mai, fuori dalla zona Europa e ormai fuori dalla lotta Scudetto. Unica nota lieta: aver superato la fase a gironi di Champions League.


Milan

Fernandez Suso,Andrea Conti

Ogni commento sarebbe superfluo. Le difficoltà del ​Milan sono evidenti e il 2019 rossonero è da dimenticare il prima possibile. Doveva essere l'anno del rilancio nelle zone alte della classifica ma, seppur di poco, la formazione milanista ha mancato il quarto posto (valido per l'accesso alla fase a gironi di Champions League). Come se non bastasse la UEFA ha escluso il club dall'Europa League per non aver rispettato i parametri imposti dal Fair Play Finanziario. La seconda parte dell'anno solare doveva essere quella della crescita ma la squadra si trova fuori dalla zona Europa. 


Manchester United

Ole Gunnar Solskjaer,Jesse Lingard

Neanche Ole Gunnar Solskjær è riuscito a cambiare i Red Devils. Dall'addio di Sir Alex Ferguson, lo United non riesce a ritornare ai fasti di un tempo. Si sono avvicendati diversi manager con diverse filosofie di gioco, ma il club non riesce a tornare competitivo in Premier League. Nel 2019 l'ex leggenda del Manchester United ha iniziato (è subentrato a Mourinho a metà dicembre 2018) con il piglio giusto, poi il crollo e l'arrivo al sesto posto al termine della stagione 2018-19, che è valsa una qualificazione in Europa League. In questa seconda parte dell'anno solare la situazione non è migliorata, anzi... i Red Devils continuano a superare record negativi e la squadra è lontanissima dalla lotta per la vittoria del titolo.