L'​Inter ha deciso oggi di annullare la conferenza stampa di Antonio Conte in vista della sfida contro la Fiorentina, una scelta che si lega alla lettera pubblicata ieri dal Corriere dello Sport e ritenuta offensiva nei confronti del tecnico nerazzurro. 


La decisione interista ha provocato la reazione dell'Ordine dei giornalisti, una presa di posizione affidata alle parole del presidente Carlo Verna: "Il rispetto che il mondo del calcio proclama anche sulle maglie è una cosa seria. Se fosse un gioco, qui il flipper sarebbe andato in tilt. Intervenga subito la Procura federale, perché dire che l'atteggiamento del signor Conte allenatore dell'Inter è inaccettabile, maschera l'indignazione e resta senza conseguenze". 

Antonio Conte


Il comunicato congiunto con l'Ussi, a firma anche di Luigi Ferrajolo, prosegue così: "Occorrono provvedimenti come ebbimo modo di esporre parlando nei giorni scorsi a un seminario dell'Ussi, alla presenza del presidente Gravina. L'articolo 21 della costituzione viene prima di ogni legge e di tutte le carte federali. Non accettare le critiche del singolo sarebbe di per sé deprecabile, peraltro si parla di uno stimatissimo professionista dell'informazione, maestro di tanti. Arrivare all'arroganza di voler punire la stampa nel suo complesso, come discriminazione di categoria, annullando senza preavviso coi colleghi sul posto la conferenza prevista è un offesa anche ai cittadini, destinatari dell'informazione in democrazia, che non può restare impunita. Da un lato - conclude la nota - ci aspettiamo delle scuse formali di Antonio Conte entro il post partita, dall'altro chiediamo anche cosa ne pensi del comportamento del suo milionario dipendente una gloriosa società come l'Inter".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.