Visibilmente felice e soddisfatto, Simone Inzaghi dopo la vittoria contro la Juventus si è presentato ai microfoni di DAZN per parlare della partita e della condizione fisica e mentale della sua Lazio. 

La Lazio guarda ancora alle squadre che inseguono in classifica?

"Io sono convinto di questa squadra, siamo in un ottimo momento. Noi siamo ambiziosi. Un mese e mezzo fa qualcuno criticava, ma io ero sereno. Ho sempre avuto l'appoggio della società. Anche il presidente mi tranquillizzava e quando hai la fiducia di tutti è più facili. Potevamo fare qualche vittoria in più. Ora dobbiamo goderci la vittoria ma guardiamo avanti, già a giovedì. Nel calcio i giudizi variano. Anche stasera abbiamo sofferto il giusto contro la Juventus. Quindi un plauso a questi ragazzi".


La 'palla' di Luis Alberto è così immarcabile?

"Nel primo tempo abbiamo faticato un po' a trovare quella 'palla'. Era difficile per noi sviluppare. I ragazzi sanno che devono continuare così".


Siete in questo momento delle due più forti?

"Dobbiamo essere bravi. Lavoriamo in un ambiente che ti può trascinare. I ragazzi della Curva non ci hanno lasciato mai soli, ma quando le cose non vanno bene questo ambiente non aiuta. È un orgoglio vedere tutta questa gente alla stadio. Dobbiamo lavorare e guardare la classifica, sapendo che i giudizi nel calcio cambiano facilmente".


Il segreto dei pochi gol subiti nella ripresa?

"Ho dei ragazzi sempre concentrati. Nel secondo tempo solitamente si subiscono più gol, ma noi rimaniamo sempre concentrati, per tutta la partita. Dobbiamo continuare così. Adesso andiamo a giocarci la nostra partita in Europa League, metterò i giocatori che stanno giocando meno in campionato perché si impegnano tanto e se lo meritano".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della ​Serie A.