​Dopo l'esonero di Fabio Grosso e il successivo ritorno sulla panchina del Brescia, giornata di presentazione ufficiale per il neo tecnico delle rondinelle Eugenio Corini. ​


Queste le sue parole in conferenza stampa: 


SUL RITORNO: "Un giorno molto emozionante e gratificante per me. Ci tenevo a ringraziare tutta la tifoseria bresciana, che mi ha fatto sentire grande vicinanza. Questo ha acuito in me un senso di responsabilità verso una squadra che sento mia, anche se nell’ultimo periodo il percorso si era complicato. Ho la certezza lo dovessimo affrontare insieme. In quel momento non è stato possibile dare continuità, ma questo ritorno può aver appianato le motivazioni che avevano causato il mio allontanamento. Sono un uomo del fare, sono sicuro che la squadra risponderà perché questa categoria ce la siamo conquistata con grande fatica. Il primo principio è dare la dignità per affrontare un campionato difficile, bisogna lottare sempre in campo: Quando questo succede il tifoso ti accompagna, e questo sarà propedeutico per fare bene".


SU CELLINO: "Sono stato contattato domenica dal d.s., gli ho detto che avrei voluto parlare con il presidente, perché si erano create delle incomprensioni. Facevo fatica a dargli una forma, come sempre le cose importanti si fanno lottando insieme, probabilmente in quel periodo non si è affrontata la sinergia corretta. Ho avuto bisogno di parlare con Cellino perché abbiamo alternato periodi in cui ci siamo parlati e momenti di lontananza. Ho il mio carattere, ma sono abituato a chiarire".


SULL'ESONERO: "Non è stato facile per me, potrei alimentare una disputa che però non gioverebbe all’ambiente. Potrei rispondere punto su punto, ma sarebbe deleterio e non porterebbe a nulla. Cerco di togliere ciò che è stato detto di troppo e concentrarmi sul fatto che il presidente mi abbia chiamato, tutto il resto non sarebbe produttivo. Serve ridare dignità e ottenere risultati. Questo periodo mi ha fatto capire quanto sia difficile la Serie A".


SU BALOTELLI: "Il futuro sono le prossime quattro partite, dobbiamo riscriverci alla corsa salvezza. Dobbiamo trovare risorse che ci permettano di restare attaccati al campionato. Per me la rosa è questa, i giocatori che ho a disposizione sono importanti, proverò a capire quali saranno i più strategici per ogni partita. Tutti possono essere risorse".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A