È stata una 14esima giornata di Serie A abbastanza tranquilla per gli arbitri. Tuttavia non sono mancati alcuni episodi arbitrali contestati. Tra mancato ricorso al VAR e penalty non assegnati, ecco la classifica senza errori arbitrali dopo dieci turni di campionato.


Moviola Serie A, 14esimo turno: l'analisi

SquadraPunti virtualiPunti realiSaldoEpisodi favorevoliEpisodi contrari
Inter3937-201
Juventus3436+230
Lazio3030011
Roma2828000
Cagliari2828000
Napoli2520-514
Atalanta2425+112
Verona1818021
Torino1817-101
Milan1817-101
Parma1718+110
Fiorentina1716-132
Sassuolo1414000
Bologna1316+320
Udinese1214+210
Sampdoria1212001
Genoa1010001
Lecce1214+212
Spal99000
Brescia77000

Partiamo da Fiorentina-Lecce con l'arbitro Piccinini che nega due rigori ai salentini: il primo per fallo di Caceres su Farias, il secondo per l'atterramento in area di Shakhov da parte di Dalbert. In entrambi i casi l'arbitro e il VAR lasciano correre. Passiamo a Napoli-Bologna con il direttore di gara Pasqua che non concede due rigori agli azzurri. Al minuto 80, sul punteggio di 1-1, fallo di Sansone su Maksimovic, l'arbitro lascia correre e sul capovolgimento di fronte il Bologna va in gol: la rete era da annullare. Due minuti più tardi Bani trattiene in area Manolas ma anche qui né l'arbitro né il VAR intervengono, sbagliando.

Fabrizio Pasqua

In Juventus-Sassuolo un solo episodio dubbio: al 55' de Ligt viene atterrato in area di rigore da Romagna ma né l'arbitro La Penna né il VAR intervengono. Il penalty poteva anche starci. Nelle altre gare del 14esimo turno di campionato nulla di particolarmente importante da segnalare: i direttori di gara ed i loro colleghi al VAR svolgono nel complesso un buon lavoro azzeccando le decisioni.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!