Zlatan Ibrahimovic ha da pochissimi giorni annunciato il suo ritorno in Svezia, ma non come giocatore, bensì come azionista.


Il campione classe '81 ha deciso di acquisire una grossa quota dell'Hammarby, squadra svedese che il prossimo anno disputerà le qualificazioni per accedere all'Europa League 2020-21 e che condivide la dirigenza con i Los Angeles Galaxy, squadra militante in MLS e proprio ultima squadra in cui Ibra ha giocato.


Se dunque da una parte la decisione del campione svedese non ha frenato le voci di mercato sul suo futuro, con il ​Milan che resta alla finestra, d'altra parte la sua scelta ha fatto scatenare varie proteste rivolte tra i tifosi svedesi.

FBL-SWE-CELEBRITY-STATUE-ZLATAN-MLS

La più eclatante, quella che sta facendo maggiormente il giro del web nelle ultime ore, è quella dei tifosi del Malmoe, squadra della città nativa di Ibra e con cui aveva esordito e giocato prima di passare all'Ajax. 


L'approdo all'Hammarby, sebbene non da giocatore, dell'ex Milan, Juve, Inter e Barcellona avrebbe infatti scatenato la rabbia dei tifosi del Malmoe, che hanno preso di mira una statua di Ibra che era stata installata solo poche settimane prima fuori dallo stadio della sua ex squadra.

Sul web si possono guardare i video incriminati, dove si vede la statua che viene vandalizzata ed addirittura  bruciata dai tifosi inferociti.


Il video dei tifosi arrabbiati a Malmoe vicino alla statua di Ibrahimovic



​​90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.