​Ossigeno puro per la Sampdoria. Nel match di Marassi contro l'Udinese la squadra blucerchiata porta a casa l'intera porta in palio (2-1 il risultato finale) ribaltando con le reti di Gabbiadini (eurogol su calcio di punizione) e Ramirez (su calcio di rigore) il vantaggio iniziale dei friulani firmato da Nestorovski.


Match partito in salita per la Sampdoria che alla mezz'ora si ritrova sotto di un gol. È l'Udinese infatti a sbloccare il risultato con Nestorovski che conclude dal limite dell'area (trovando una deviazione dei Colley) ed esulta polemizzando con il VAR, reo di avergli annullato poco prima un gol per un fuorigioco millimetrico. I padroni di casa reagiscono e alzano il baricentro ma per trovare il pareggio devono affidarsi ad un calcio di punizione magistrale di Gabbiadini realizzato ad un secondo dalla fine del primo tempo: palla sotto al sette. 


Nella ripresa l'Udinese si ritrova dopo pochi minuti in dieci uomini per l'espulsione - per doppio giallo - di Jajalo. A quel punto, con la superiorità numerica, la Sampdoria schiaccia i bianconeri nella propria metà campo. Il forcing viene premiato al 74' quando Quagliarella viene falciato in area di rigore e Pairetto assegna il penalty dopo essere stato richiamato dal VAR. Dal dischetto, con Quagliarella dolorante alla caviglia (verrà sostituito poco dopo), si presenta Ramirez che spiazza Musso e fa volare la Sampdoria. Da qui alla fine non succede nulla: i blucerchiati proteggono il vantaggio e i friulani non riescono a trovare il pareggio.


Con questa vittoria la Sampdoria esce fuori, per la prima volta in questa stagione, dalla zona retrocessione.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della ​Serie A.