L'ex presidente della ​Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, è intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera e, come spesso accade, ha regalato retroscena importanti sui tempi della sua gestione del club. Non sono mancati riferimenti all'​Inter, rivale di sempre, parole che possono far discutere. Queste le parole di Cobolli Gigli riportate da TMW: 

(FILES) - Picture taken 29 June 2006 of


Che giocatori apprezza adesso?

"Quanto ai giocatori, io apprezzo gli italiani ma al momento ce ne sono pochi. Chiellini è una bandiera, anche se un pochettino ammainata, ma mi auguro che torni. Cominciò a giocare negli anni in cui ero alla Juventus. Con Buffon ho grande amicizia e affetto e dimostra ancora di essere un grande portiere. Poi continuo a guardare con speranza e convinzione Dybala, con la speranza che possa diventare un grandissimo campione. Io non stimo molto Sarri dal punto di vista umano, ma sta tirando fuori grandi cose da Dybala". 


La sua gestione?

"C’era una cattiveria nei confronti della Juventus che veniva accusata di cose mai fatte. Questa cattiveria stava diventando sempre più forte, anche i tifosi si stavano ripiegando su loro stessi. La prima cosa che ci aiutò moltissimo fu l’Italia nel 2006 ai Mondiali di calcio fatta con 7-8 giocatori della Juventus. Poi furono anni particolarmente difficili, arrivai e trovai una squadra condannata in Serie B con 30 punti di penalizzazione, non ce l’avevo certo mandata io in Serie B. Riuscimmo a ridurre la penalizzazione a otto punti, non riuscimmo a tenerla in Serie A anche se ci abbiamo lavorato. Quando la Juventus andò a processo sportivo, il processo si faceva su una serie di faldoni che parlavano di squadre di calcio, ma un faldone era sparito ed era quello che riguardava l’Inter. Poi anni dopo Palazzi fece una proposta per giudicare l’Inter per illecito sportivo, ma ormai l’Inter si poteva avvalere della prescrizione".


La Juve vincerà la Champions?

"Sì, ma non dobbiamo pensarci troppo. Quest’anno la squadra è ben attrezzata, speriamo che il malumore di Ronaldo venga sopito. È un grande campione e la Juventus deve sfruttarlo. Se non dovesse arrivare la Champions però non dobbiamo pensare che crolli il mondo".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.