​​Sampdoria-​Atalanta​Lazio-​Lecce e ​Udinese-​SPAL sono le tre partite valevoli per la dodicesima giornata del campionato italiano di Serie A in programma alle ore 15.


LAZIO-LECCE 4-2



La Lazio è subito pericolosa. Al primo minuto 9 Luis Alberto serve Correa, conclusione dell'argentino, Gabriel devia in angolo. Al 16' il Lecce va vicino al goal. Assist di Babacar per Lapadula, tocco per Mancosu, ma il fantasista calcia alto da ottima posizione. Al minuto numero 19 ancora Luis Alberto, da calcio d'angolo, impegna severamente Gabriel, che manda il pallone sul fondo.  Lo spagnolo è letteralmente scatenato. Al 30' Luis Alberto pesca Correa,  diagonale dell'argentino che batte Gabriel. Lazio in vantaggio. Il Lecce sposta il baricentro in avanti. Al 40' i pugliesi pervengono al pareggio. Angolo di Calderoni,  Rossettini devia il pallone sul secondo palo: arriva Lapadula che insacca. Lazio e Lecce sono ora sull'1-1. I bianocelesti fanno la partita, i salentini sono pericolosi in contropiede. Il primo tempo finisce 1-1. La Lazio attacca, ma è il Lecce ad andare vicino al goal. Al 52' conclusione a botta sicura di Babacar, grande parata di Strakosha che salva il risultato. Al minuto numero 62' la Lazio si porta in vantaggio. Cross dalla trequarti di Acerbi, arriva Milinkovic -Savic che ribadisce in rete. La Lazio è in vantaggio per 2-1. Al 66' il Lecce potrebbe pareggiare. L'arbitro punisce con un calcio di rigore l'intervento di Milinkovic su Mancosu. Babacar però si fa parare il penalty da Strakosha. Il rigore sbagliato dal Lecce dà forza alla Lazio. I biancocelesti vanno a segno per altre due volte. Prima Immobile segna il goal del 3-1 su dischetto. Correa poi porta il risultato sul 4-1. All'85' il Lecce accorcia le distanze. Colpo di testa di Andrea La Mantia che batte Strakosha. Successo importante in chiave Champions per gli uomini di Inzaghi.


SAMPDORIA-ATALANTA 0-0



Atalanta pericolosa al 9'. Azione di Pasalic che,  all'ingresso dell'area di rigore, lascia partire un tiro che va a finire all'esterno della porta, complice anche una deviazione. La partita è equilibrata, i bergamaschi attaccano, ma non riescono a creare grossi grattacapi agli avversari. Al 32' dagli sviluppi di un corner, girata di Toloi che finisce di poco sopra la traversa. Il primo tempo termina con il punteggio di 0-0. L'Atalanta fa la partita, ma a differenza di tante altre volte, non riesce a concretizzare la mole di gioco prodotta. Al 48' assist di Caprari per Jankto, che si trova a tu per tu con Gollini, ma il centrocampista non riesce a superare il portiere avversario. Al 74' l'Atalanta resta in 10. Secondo giallo e rosso per Ruslan Malinovskiy punito per un intervento da dietro falloso su Vieira. Ora la Sampdoria trova coraggio e cerca di impensierire la compagine di Gian Piero Gasperini. Il risultato però non cambia: Sampdoria-Atalanta finisce 0-0.


UDINESE-SPAL 0-0


Stefano Okaka,Simone Missiroli



Al 9' Sema effettua un traversone dalla fascia sinistra, Nestorovski ribadisce in rete con un colpo di testa dal centro dell'area di rigore. L'arbitro però annulla per una posizione di fuorigioco dell'attaccante. Al 18' De Paul serve in area Mandragora. Il centrocampista supera Reca, ma Berisha si oppone in uscita e sventa la minaccia. Alla Dacia Arena, il primo tempo finisce 0-0. I friulani cercano più volte di andare in rete, ma la difesa spallina difende sempre con ordine. Non cambia il canovaccio della partita nella seconda frazione di gioco. L'Udinese attacca, la SPAL si difende tentando di sorprendere gli avversari in contropiede. Al 77' Mandragora calcia in diagonale, il pallone sfiora il palo alla destra di Berisha. L'Udinese si proietta nella metà campo avversaria. Una vittoria sarebbe fondamentale per i friulani. La SPAL è alle corde, fa fatica a rispondere alle iniziative della squadra di casa. All'ottavo minuto di recupero arriva il colpo di scena. Rigore per la SPAL, ma Petagna si fa parare il tiro dal dischetto  da Musso.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!