​​Joao Cancelo, ex terzino della ​Juventus, ha parlato alla vigilia della sfida tra Manchester City e Atalanta. Il laterale portoghese si è soffermato anche sulla sua esperienza italiana con le maglie di Juventus e Inter, parlando della lotta Scudetto e dei motivi che lo hanno spinto a lasciare l'Italia.

Joao Cancelo

Ecco le parole di Joao Cancelo: "Non è un obbligo vincere la Champions, nessuno ti può dare la certezza di vincerla. Ci sono tanti giocatori di qualità in Juventus e Manchester City. Stiamo cercando entrambi quel titolo, ma non può essere un obbligo perché nessuno te lo garantisce: anche Juve, Real e Barcellona sono favoriti per vincerlo".


Prosegue Cancelo parlando della lotta Scudetto: “Lotta tra Inter e Juve? Penso di sì – dice Cancelo a Sky Sport 24 - ieri ho visto la partita che l'Inter ha vinto contro il Sassuolo. È una squadra molto forte, la Juve è sempre la Juve, negli ultimi 8 anni ha vinto lo scudetto. Sarà una lotta fino alla fine”.


Non poteva mancare un commento su ​Cristiano Ronaldo: “Cristiano Ronaldo per me è un amico, è un esempio da seguire, voglio giocare contro di lui, perché voglio giocare contro i migliori e lui è il migliore”.


Chiosa finale sul suo passaggio dalla Juve al Manchester City: “Sono venuto qui per imparare dal miglior allenatore in circolazione (Guardiola, ndr) c'è voluto un po' di tempo per avere spazio, ma quello che conta di più è che vinca la squadra. Ho aspettato il mio momento e penso di aver fatto bene quando ho giocato e la squadra ha vinto


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!