​Lorenzo Insigne, attaccante del ​Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di una intervista al quotidiano Il Mattino. Ecco le sue parole:


Lo scorso primo maggio incontrasti De Laurentiis e Carlo Ancelotti. Cosa vi diceste?

"Queste sono cose che restano tra noi. Quello che conta è che io sono sereno: ho sempre dato la mia disponibilità a rimanere e non ho mai pensato di andare via da Napoli".


Il suo procuratore è Mino Raiola. Tanti calciatori si affidano a lui per lasciare i loro rispettivi club

"Voglio chiarire subito una cosa: non ho scelto Raiola per andare via. Ho sempre detto che voglio restare e cercherò di dare sempre il massimo per questa maglia".


Conte e Sarri guidano rispettivamente Inter e Juventus. Cosa pensa di loro e a chi  si sente più legato?

"Ora sono due avversari e spero di batterli: con l'Inter dobbiamo giocare, con la Juve non ci siamo riusciti all'andata, il campionato è lungo e speriamo alla fine di poter arrivare più avanti noi".


Il Napoli può vincere lo scudetto quest'anno?

"Come gli altri anni ce la possiamo giocare, il cammino è ancora lungo, sono state disputate solo tre partite: il mister e lo staff hanno svolto un grande lavoro, gli acquisti sono stati quelli giusti e ci daranno una grossa mano, siamo un bel gruppo e meritiamo di vincere qualcosa".



90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A.