​Nicolò Barella e Stefano Sensi. Sono loro i colpi messi a segno dalla coppia Marotta-Ausilio per rinforzare il centrocampo dell'​Inter di Antonio Conte. È stato proprio il tecnico nerazzurro a volere fortemente entrambi nel suo scacchiere tattico: due espresse richieste dovute alla giovane età e alla grandi potenzialità messe in luce anche nell'ultima uscita della Nazionale italiana in Finlandia, dove hanno dimostrato di poter giocare insieme e di non essere per forza uno alternativo all'altro. I due possono essere i partner ideali al fianco di Brozovic, alter ego nerazzurro del Jorginho visto con Mancini.


Nicolo Barella,Stefano Sensi,Tyler Adams


IL DINAMISMO DI BARELLA - La mezzala sarda classe '97, come fatto vedere in azzurro e soprattutto nelle sue ultime stagioni a Cagliari, ha dimostrato che il suo pezzo forte è il frequente dinamismo e la grande corsa che gli permette di essere uno dei migliori arpiona-palloni del campionato italiano. Con una tecnica di base da non sottovalutare.


LA FANTASIA DI SENSI - Chi è spiccato in positivo in questi primi mesi a tinte nerazzurre è l'ex Sassuolo (che in realtà è ancora il proprietario del cartellino del giovane centrocampista nato nel 1995, arrivato all'Inter in prestito con diritto di riscatto): ottima tecnica, brillante regia e speciale rapporto con la zona gol. 


Un indizio per Conte è quindi arrivato dalla Nazionale. E chissà che i due giovani ragazzi italiani (e nerazzurri) non possano diventare due elementi imprescindibili anche per la nuova Inter guidata da Don Antonio. 


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.