"Bene i giovani, però forse dovevamo prendere qualche elemento di esperienza". I dubbi di Zvonimir Boban sono quelli che passano nella testa dei tifosi del ​Milan. Il dirigente croato, tornato a Milanello quest'estate dopo il costante pressing di Ivan Gazidis, ha sposato pienamente il progetto rossonero. Un progetto che vede la rinascita del club tramite operazioni lungimiranti: profili giovani, talentuosi e che possano portare - in futuro - plusvalenze (oppure diventare pilastri del Milan del futuro). Insomma, niente colpi pazzi e soprattutto nessun profilo d'esperienza.

Zvonimir Boban


Una scelta che rischia di compromettere la stagione rossonera. Ne è consapevole proprio Boban, che a fine mercato ha fatto il punto ​della situazione e ha messo la pulce nell'orecchio alla società.


Inoltre Giampaolo è alla sua primissima esperienza in una big italiana. Le pressioni, gli obiettivi ambiziosi e la necessità di fare risultati ad ogni costo potrebbero costare qualche critica di troppo nei confronti dell'ex tecnico della Sampdoria, che gode in ogni caso della piena fiducia della dirigenza. È considerato la persona giusta per dare gioco e identità precisa e offensiva alla squadra. 


Ora la parola passa al campo. A gennaio ci sarà la possibile di intervenire sul mercato per rinforzare la squadra - in caso di necessità - nella speranza, per i tifosi rossoneri, di non aver già compromesso la stagione.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del ​Milan e della ​Serie A.