​Tante le critiche piovute addosso alla ​Juventus e ad Adidas dopo la creazione della nuova maglia, la maglia 'senza le strisce'. Inigo Turner è il responsabile della nuova, criticatissima, maglia bianconera e ne ha parlato a Espn.

Juventus v SSC Napoli - Serie A

Ecco le sue dichiarazioni: "Lo so, certamente non fa piacere quando una maglia viene accolta con qualche controversia, ma so anche che quando si fanno scelte coraggiose, il primo impatto è sempre il più difficile. E questa è stata una scelta coraggiosa. Togliere le strisce è una decisione presa per andare avanti, per cercare qualcosa di diverso. Fa parte della filosofia di Adidas guidare il look delle squadre verso il futuro ed essere meno prevedibile nella foggia delle maglie. Quando ci si approccia a un club storico, spesso è tutto molto prevedibile".


Prosegue Turner nella sua analisi: "Sono abituato alle critiche, capita spesso quando cambiamo qualcosa. Poi capita che qualche tempo dopo, quando i tifosi si abituano a un certo look, la maglia inizi a piacere e, in alcuni casi, a essere amata. Ma in realtà le strisce non sono sparite, ma per vederle bisogna mettersi uno accanto all’altro. Stare sempre uniti come si conviene a una vera squadra. E la storia che le strisce non piacevano al mercato americano perché troppo simili a quelle degli arbitri Nfl e Mlb? Balle. Non ci ho mai pensato".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!