"Sapevo che sarebbe stata una partita difficile perché non ci sono più gare facili. Ci siamo ripresi dopo aver concesso il gol e potevamo chiudere in vantaggio all'intervallo. L'espulsione ci ha paradossalmente penalizzato perché gli spazi si sono chiusi e abbiamo preso qualche ripartenza". 


Così Roberto Mancini esamina il match dell'Italia contro l'Armenia (vinto 3-1) valido per le qualificazioni a Euro 2020. Ecco le sue parole a Rai Sport:


"​Non è vero che siamo stati presuntuosi, ci stavano delle difficoltà oggettive, lo dicevo ieri e si pensava fosse pretattica, ma dopo quattro mesi con solo due giornate di campionato ci sono difficoltà, perché gli avversari hanno già metà campionato e sono stati superiori sul piano fisico. Chiesa e Berna devono fare di più e meglio ma è un problema di condizione: Bernardeschi non ha mai giocato, Chiesa ha avuto un inizio travagliato, ma abbiamo cercato di attaccare sempre rischiando anche le ripartenze, questa deve essere la nostra mentalità. Squalifica Verratti? Mi sembra che non c'entrava niente in quell'azione; pazienza, con la Finlandia giocherà Sensi".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della ​Serie A​.