Fantacalcio, i consigli per l'asta 2019-20: le certezze, le scommesse e i calciatori da evitare

Con la chiusura della sessione di mercato estiva, parte il gioco dell'anno: il Fantacalcio. C'è chi ha iniziato prima della giornata inaugurale, c'è chi invece prenderà parte all'asta in questi giorni, a bocce ferme senza il rischio di ritrovarsi il colpo di mercato lasciare la Serie A e rovinare in poche ore la rosa costruita per affrontare l'intera stagione.


Se avete bisogno di consigli sull'asta del Fantacalcio siete nel posto giusto. Ruolo per ruolo, ecco i nostri nomi su cui puntare quest'anno.

1. Portieri

Tra i pali la certezza assoluta ha un nome e un cognome: Samir Handanovic. Il portiere dell'Inter assicura media voto alta e, di tanto in tanto, anche qualche rigore parato. Bonus utili per alzare il punteggio totale. Considerando però le altissime spese per arrivare allo sloveno, con qualche credito in meno è possibile portare a casa Salvatore Sirigu: la difesa del Torino dà ampie garanzie e il suo acquisto potrebbe farvi risparmiare qualche credito da investire in attacco.


Qualche dubbio in più su Szczesny. Con l'infortunio di Chiellini e la nuova gestione bianconera, la difesa della Juventus potrebbe non essere più quella delle scorse stagioni. Discorso simile per Meret: il Napoli deve trovare ancora l'equilibrio giusto e la coppia Manolas - Koulibaly non dà ancora ampie garanzie (le darà sicuramente in corso d'opera, devono ancora trovare l'intesa).


Tra le provinciali invece potrebbe rivelarsi l'anno dell'esplosione di Juan Musso, estremo difensore dell'Udinese. Sicuramente vi porterà tanti malus (i friulani non hanno sicuramente un reparto difensivo di ferro) ma come prima riserva o come portiere d'emergenza (nel caso in cui tutti i big dovessero andar via a prezzi considerevoli) potrebbe rivelarsi una sorpresa, nonché un grande affare.


Da evitare in modo assoluto Gabriel e Silvestri, rispettivamente in forza a Lecce e Hellas Verona.

2. Difensori

Se cercate possibili bonus in difesa i nomi più accreditati sono quelli di Aleksander Kolarov, (Roma), Armando Izzo (Torino) e Bruno Alves (Parma). Non sono dei big, quindi se non avete a che fare con grandi esperti di calcio forse riuscite anche a strapparli a prezzi ragionevoli, ma possono portare bonus alla squadra. Il terzino giallorosso calcia le punizioni, tira dalla distanza e - non sempre - batte i calci di rigore; il centrale granata invece è un pericolo costante nelle punizioni a favore con la sua ottima scelta di tempo sulle palle alte; il difensore gialloblù, oltre ad essere una minaccia sui calci d'angolo a favore, è il tiratore scelto per i calci di punizione.


Se invece puntate su calciatori che garantiscono medie voto (senza considerare i bonus) alte, allora i nomi sono i soliti: si va Koulibaly a Manolas (entrambi del Napoli), passando per Skriniar (Inter), Acerbi (Lazio), Romagnoli (Milan) e Alex Sandro (Juventus). Bonucci e de Ligt? Non convincono al 100% (soprattutto perché sarà difficile strapparli a prezzi contenuti): con l'infortunio di Chiellini entrambi i centrali bianconeri sono chiamati alla prova del nove.


Tra i rigoristi che potreste strappare alla concorrenza c'è Domenico Criscito, capitano e leader del Genoa.


Se vi servono titolari, possibilmente senza sperperare troppi crediti, i nomi sono quelli di Zapata e Romero (Genoa), Murillo e Murru (Sampdoria), Smalling (Roma), Chiriches (Sassuolo), Ceppitelli (Cagliari), Darmian (Parma) e Musacchio (Milan).


Se invece volete puntare su qualche scommessa, potete provare a portarvi a casa Luca Pellegrini (Cagliari) e/o Marko Pajac (Genoa).

3. Centrocampisti

Con l'arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus potrebbe essere l'anno della rinascita di Douglas Costa. L'esterno brasiliano è già entrato nelle grazie del tecnico bianconero che lo considera uno dei perni principali (insieme a CR7) del tridente juventino. Ecco, avete letto bene: un centrocampista che gioca in attacco. Non dico di indebitarvi, ma mettete da parte abbastanza crediti per portarlo in rosa. Nella stessa Juventus non sottovalutate Sami Khedira: vista la quantità di centrocampisti potrebbe essere preso sotto gamba dai tuoi avversari, ma il tedesco - dopo un piccolo periodo da "esuberato" - è entrato nelle grazie di Sarri.


Altri giocatori che potrebbe garantirti bonus e prestazioni di qualità sono sicuramente Luis Alberto o Sergej Milinkovic-Savic della Lazio (sconsiglio di prenderli entrambi), Fabian Ruiz (Napoli) e Cengiz Under (Roma).


Se siete amanti del rischio costoso, potete provare a prendere Chiesa e Suso. Il primo deve confermarsi ad alti livelli (ma la Fiorentina è un cantiere aperto) e il secondo potrebbe ritrovarsi a giocare in un nuovo ruolo (trequartista) che potrebbe rilanciarlo o "seppellirlo".


Volete qualche scommessa? Se proprio possiamo definirla tale, vi lancio il nome di Lasse Schöne, nuovo acquisto del Genoa. Ha un piene chirurgico sui calci di punizione: gol e assist garantiti. Un po' più costoso invece Stefano Sensi, già perno della mediana dell'Inter. Leggermente più sconosciuto invece il nome di Dejan Kulusevski, centrocampista classe 2000 che ha già deliziato il palato dei tifosi del Parma. Infine l'ultima scommessa è quella di Hamed Junior Traoré, in forza al Sassuolo.


Una chance potrebbe meritarla anche Miguel Veloso, ora in forza all'Hellas Verona. Può garantire qualche assist (e qualche gol) su calcio di punizione.


Vi serve un rigorista? Ecco Erick Pulgar, centrocampista di proprietà della Fiorentina.


Sconsiglio invece gli acquisti di Parolo (quest'anno rischia di trovare poco spazio), Nandez e Nainggolan. Questi ultimi due sono i colpi di mercato del Cagliari, ma vi garantiranno più malus che bonus (il belga - per ora - sta giocando come mediano davanti alla difesa e questo limita le sue scorribande offensive).


Mkhitaryan e Ribery? Li acquisterei senza svenarmi. Insomma, non ci punterei come centrocampista di lusso della mia squadra. Sono arrivati da poco e devono conoscere ambiente nuovo e Serie A. Nessun dubbio sulle loro qualità tecniche, ma eviterei investimenti eccessivi per entrambi.

4. Attaccanti

Volete il bomber da oltre 15-20 gol stagionali che vi prosciugherà tutto il budget? Eccoli: Cristiano Ronaldo (Juventus), Duvan Zapata (Atalanta), Ciro Immobile (Lazio) e Romelu Lukaku (Inter). 


Troppo facile così. Che poi, a dirla tutta, non è detto che riescano a rispettare le aspettative. Più facile beccare l'outsider della stagione: Luis Muriel (Atalanta). La cura Gasperini potrebbe esaltare le caratteristiche del colombiano e la partecipazione in Champions League della Dea dovrebbe garantirgli abbastanza minutaggio in Serie A.


Piatek e Milik non convincono totalmente. Certo, se vi capita l'occasione prendeteli ma non puntate tutto il budget su questi due attaccanti: il primo non è il terminale offensivo perfetto per Giampaolo, il polacco invece è stato spesso messo in discussione sul mercato (non gode della massima fiducia di Ancelotti?).


Belotti e Dzeko invece non sono delle primissime scelte per l'asta del Fantacalcio, ma dovrebbero garantire sicuramente più di 10 gol stagionali.


Dai club provinciali è possibile pescare nomi di rilievo: Mario Balotelli potrebbe rilanciarsi al Brescia, Francesco Caputo vuole confermarsi ad alti livelli al Sassuolo (dopo la grande stagione a Empoli), Roberto Inglese garantisce gol con la maglia del Parma.


Boateng (Fiorentina) e Rebic (Milan) possono essere due rivelazioni. Ma non sono delle prime punte e per questo motivo sono da acquistare solo come terzo-quarto attaccante della rosa.


Andrea Pinamonti e Christian Kouamé (entrambi del Genoa) potrebbero beneficiare dell'arrivo di Andreazzoli, allenatore dalla mentalità offensiva. La sorpresa assoluta? Hirving Lozano (Napoli). Il messicano potrebbe essere un crack in Serie A. Dipende dalla sua rapidità di ambientamento.