Riportare le cose dove tutto ebbe inizio, proprio quando la carriera sta volgendo al termine, rappresenta una tentazione spesso percorsa e presa in considerazione da importanti calciatori negli ultimi anni. 


Se da un lato c'è chi opta per ingaggi faraonici dell'ultimo momento esistono, dall'altra parte, giocatori che cedono al lato romantico del pallone e che scelgono di chiudere il cerchio, finendo la carriera in un contesto familiare e già apprezzato. 


Ecco sei dei migliori giocatori che, in tempi recenti, hanno scelto di tornare nel club o nella Nazione in cui tutto è cominciato o in cui hanno brillato in un passato più o meno lontano.


Gianluigi Buffon

TOPSHOT-FBL-ICC-2019-MADRID-JUVENTUS

Iniziamo con l'esempio più recente, il ritorno di ​Gigi Buffon alla Juventus: uno dei portieri più importanti della storia del calcio italiano che, lo scorso anno, scelse di provare l'avventura all'estero con la maglia del PSG. 


Sembrava che l'addio ai bianconeri fosse definitivo, per provare a vincere altrove la Champions League, ma prima del ritiro Buffon ha deciso, in questa sessione estiva, di provare a incrementare ancora il proprio palmares da record e di farlo proprio all'Allianz, davanti ai suoi tifosi storici.


Dirk Kuyt

Dirk Kuyt

Carriera importante quella dell'ex attaccante olandese, protagonista in Premier League con la maglia del Liverpool dal 2006 al 2012. Con la maglia dei Reds, conquistata a suon di grandi prestazioni in Eredivisie, Kuyt è riuscito a collezionare 71 gol in  286 partite, diventando di fatto un protagonista della storia recente del club. 


Dopo tre anni vissuti in Super Lig, al Fenerbahce, ecco che anche per Kuyt ha avuto la meglio il richiamo di casa: il classe '80, nel 2015, ha fatto ritorno al Feyenoord continuando a dare un grande contributo nonostante le tante primavere alle spalle.


Rivaldo

FBL-REMATCH-NOR-BRA

​Vera leggenda del calcio brasiliano, Rivaldo ha giocato per numerosi club e si è reso protagonista di una carriera infinita, con le vette migliori toccate durante gli anni di Barcellona tra il 1997 e il 2002. 


La fase finale della carriera di Rivaldo, un percorso a dire il vero piuttosto lungo, ha visto il fuoriclasse tornare in Brasile e vestire le maglie di San Paulo, Sao Caetano e Mogi-Mirim, club in cui aveva già militato prima di tentare con successo il grande salto nel calcio europeo.


Clint Dempsey

​Il recordman di gol segnati con la Nazionale statunitense è riuscito a imporsi in Premier League con la maglia del Fulham, collezionando ben 232 presenze e 60 gol con il club londinese prima di passare al Tottenham. 


Dopo le ottime cose mostrate in Inghilterra, però, anche Dempsey come altri esempi citati fin qui ha sentito il richiamo di casa: il centrocampista ha fatto ritorno definitivamente negli USA nel 2014, dopo una precedente esperienza in prestito, chiudendo la carriera l'anno scorso con la maglia dei Seattle Sounders.


Robin van Persie

FBL-NED-EREDIVISIE-FEYENOORD-AJAX

Feyernoord ancora protagonista in questa lista, dopo aver citato il ritorno di Kuyt non si può non nominare quello più recente di Robin van Persie, capace di chiudere la carriera in grande stile proprio nella scorsa stagione. 


Van Persie viene spesso ricordato per il trasferimento dall'Arsenal allo United nel 2012, vera pietra dello scandalo, ma la scorsa estate l'attaccante ha scelto di seguire il cuore di chiudere la carriera con la maglia del Feyenoord, squadra con cui si era già reso protagonista fin dai primissimi anni di carriera.


Ronaldinho

Il talento di Ronaldinho, mostrato a lungo anche nel calcio europeo con la maglia di grandi club, non rappresenta certo un mistero: tante sono le giocate consegnate dal funambolico fantasista, protagonista con le maglie di Barcellona e Milan


Altrettanto importanti, però, sono state le qualità mostrate in patria: dopo l'esperienza milanista, chiusa nel 2011, il Brasile ha potuto godersi di nuovo il suo fenomeno con le maglie di Flamengo, Atletico Mineiro, Queretaro e Fluminense, prima del ritiro nel 2015.


Questo articolo è stato presentato da IT Capitolo due, presto al cinema.

Guarda il trailer qui sotto: