In casa ​Inter continua a tenere banco il caso ​Mauro Icardi. Secondo quanto riporta l'edizione odierna del Corriere dello Sport, l'entourage dell’argentino chiede che in tempi brevissimi Mauro torni ad allenarsi alla Pinetina con il gruppo in maniera completa. Non solo, come succede adesso, per quel che riguarda il lavoro fisico, ma anche per le partitelle di fine seduta o per quelle non ufficiali come per esempio la sfida di domenica scorsa alla Pinetina contro la Virtus Bergamo. Possibilità che ciò accada? Poche anzi pochissime perché l’Inter ha fatto una scelta fin dall’inizio del ritiro di Lugano e non intende cambiarla o rivederla.


L'ex capitano, come sottolinea il quotidiano romano, ha vissuto malissimo l’escalation di provvedimenti che in questo inizio di 2019-20 lo ha portato a ritrovarsi senza numero di maglia e senza aver giocato neppure una partitella in famiglia. Ci terrebbe a chiudere l’avventura nerazzurra in un certo modo, a vivere gli ultimi giorni non come un separato in casa, ma come un giocatore che è semplicemente destinato ad andarsene. Un po’ come succede ed è successo finora a João Mario. 


La famiglia Icardi si è guardata intorno e ha raccolto pareri (in molti casi sono stati addirittura offerti volontariamente) di legali, esperti e non di diritto sportivo, che si dicono pronti ad analizzare la vicenda e a fornire la loro consulenza. Questa ipotesi potrebbe tuttavia essere scongiurata qualora ci fosse il trasferimento di Maurito in un altro club.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!