Mauro Emanuel Icardi

Napoli, i 3 motivi per cui non bisogna prendere Icardi

Il Napoli  vuole acquistare Mauro Icardi.  La trattativa con l'Inter sembra aperta, ma le richieste dei nerazzurri (80 milioni di euro) sembrano alte. Aurelio De Laurentiis vuole aspettare per far calare le pretese, ma i giorni passano e l'affare potrebbe sfumare.


Ma l'argentino è l'uomo giusto per la squadra di Carlo Ancelotti? In molti se lo chiedono, anche per il carattere un po' fumantino del classe '93.


Ed ecco, secondo noi, i tre motivi per cui non bisogna prendere Icardi.

1. Wanda Nara

Ormai Wanda Nara più che la moglie-agente di Icardi, è diventata il suo "nemico" per tanti. Nel Mondo del calcio, la bella argentina, non è ben vista. Parole fuori posto, show televisivi, intromissioni nelle questioni di spogliatoio e troppi pensieri al guadagno.


Queste sono le cose più additate alla showgirl che si può candidare ai primi posti per la situazione di suo marito.

2. L'investimento

Per acquistare Mauro Icardi, il Napoli dovrà fare un investimento importante. Oltre agli 80 milioni di euro richiesti dall'Inter, l'attaccante vorrà uno stipendio di almeno 7-8 milioni all'anno (nessuno prende questa cifra in azzurro) e i diritti d'immagine.


Lo scoglio saranno proprio quest'ultimi. L'argentino guadagna molto anche fuori dal campo, con pubblicità e sponsor, ma De Laurentiis, su quest'ultima cosa, farà muro fino alla fine.

3. Crepe nello spogliatoio

Togliamo il caso Icardi-Lopez-Nara. Un caso a parte, almeno sperano i tanti compagni di squadra dell'argentino. Ma il classe '93 nello spogliatoio non è uno qualunque. Il 26 enne cerca rispetto e anche autorità.


Negli ultimi tempi però, all'Inter, le cose sono cambiate e i vari "litigi" avuti con i compagni di squadra, isolati e privati, hanno scattare la rabbia dei dirigenti, i quali, gli hanno tolto la fascia, messo fuori rosa e in vendita.


Nel Napoli, in uno spogliatoio compatto, familiare, questo non può avvenire e un suo arrivo potrebbe creare non pochi mugugni.