AS Roma's football team pose before thei

Una storia di delusioni europee: incubo preliminari, i precedenti amari delle italiane

Il Torino, approfittando dell'esclusione del Milan dalle competizioni europee, ha preso di fatto il posto della Roma ai preliminari di Europa League, coi giallorossi proiettati così alla fase a gironi prima del tempo. 


Il Toro di Mazzarri dovrà vedersela col Debrecen, non manca però un monito per la formazione granata: in passato i preliminari, anche contro avversari sulla carta semplici, hanno portato a un epilogo amaro per le squadre italiane. Servirà dunque la massima attenzione, senza prendere nessuno sotto gamba. Queste le delusioni più grandi pensando ai preliminari disputati dalle italiane in passato. 

1. Palermo - Thun (2011)

Il Palermo vide subito spegnersi le velleità europee scontrandosi contro il Thun al terzo turno preliminare di Europa League: Miccoli tenne vive le speranze firmando il 2-2 nel recupero, all'andata, ma nella sfida di ritorno il risultato di 1-1 permise agli svizzeri di andare avanti in virtù del gol in più firmato in trasferta.

2. Roma - Slovan Bratislava (2011)

L'estate del 2011 non sorrise alle squadre italiane desiderose di affrontare l'Europa League, anche la Roma oltre al Palermo venne fatta fuori da un avversario sulla carta superabile. I giallorossi, guidati da Luis Enrique, persero di misura all'andata contro lo Slovan Bratislava e non andarono oltre all'1-1 al ritorno, all'Olimpico, con gol solo illusorio di Perrotta.

3. Udinese - Slovan Liberec (2013)

I preliminari delle coppe europee non portano particolarmente fortuna all'Udinese, che si tratti di Champions o di Europa League. Nell'estate del 2013 i bianconeri di Guidolin vennero eliminati per mano dello Slovan Liberec, perdendo anche in casa col risultato di 1-3.



4. Sampdoria - Vojvodina (2015)

Eliminazione amara e sorprendente per la Sampdoria nell'estate del 2015, per mano del Vojvodina. A stupire fu in particolare la sconfitta rimediata all'andata dalla squadra allora guidata da Zenga: 0-4 il risultato, un punteggio che i blucerchiati provarono a ribaltare fermandosi però sul 2-0 in trasferta.

5. Atalanta - Copenaghen (2018)

Un'eliminazione per certi versi meno dolorosa delle altre, a posteriori: la stagione dell'Atalanta è iniziata male, considerati i rigori fatali contro il Copenaghen, ma i nerazzurri di Gasperini si sono rifatti con gli interessi, andando a conquistare l'accesso alla Champions grazie a uno storico terzo posto.