L'arrivo di Daniele Pradè negli Stati Uniti, per assistere all'ultima sfida dei viola in International Champions Cup col Benfica, non è ovviamente passato inosservato: il mercato della ​Fiorentina non è ancora decollato, il direttore sportivo ha dunque fatto il punto della situazione professando grande serenità. Queste le parole del dirigente gigliato, accanto al patron Commisso:


​"Sappiamo cosa dobbiamo fare, dovevamo valutare chi era dentro e valutare i giovani, abbiamo le idee chiare, sono sereno e spero che lo sia anche il presidente. Adesso partiamo". 


Lirola piace?

"Lirola è uno dei calciatori che ci piace, ne seguiamo tanti e abbiamo dei calciatori che possiamo chiudere e stiamo aspettando il momento".


Balotelli e Rafinha?

"Balotelli è un bravissimo ragazzo ma non rientra in quello che vogliamo fare, neanche Rafinha". 


Chiesa? 

"Penso ci sia stata chiarezza da parte del presidente e Barone, la società lo vuole tenere. Federico è un ragazzo per bene, capisco cosa passa nella sua testa e deve capire le esigenze di una proprietà che vuol fare bene". 


Fase di ricostruzione?

"Abbiamo tanti giovani da cui partire, Ranieri, Vlahovic, Castrovilli, Venuti dobbiamo ancora considerare cosa fare, abbiamo Sottil...poi da lì partiamo da quello che dobbiamo integrare". 


Biglia? 

"Un nome ce l'ho eccome ma non lo dico qua, quello che passa nella nostra testa è una squadra che abbia identità, gente che quando entra al Franchi lo sente e lo stadio non ti deve spaventare. Borja sarebbe un profilo ideale, il che non vuol dire che siamo su di lui".


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!