​Nuovo anno zero per il ​Milan. L'ennesimo. La società rossonera sta cercando di trovare la strada giusta per tornare a competere ad alti livelli in Italia e in Europa. Una strada ricca di insidie che quest'anno è costata l'esclusione dall'Europa League per il mancato rispetto dei vincoli imposti dal Fair Play Finanziario. 


Quest'anno si riparte, si riparte da Boban e Maldini. Il Milan riparte da due idoli della tifoseria rossonera e regna l'ottimismo nell'ambiente milanista. Ottimismo che viene confermato anche da una vecchia e cara conoscenza del calcio italiano (e soprattutto del Milan): Andriy Shevchenko. A La Gazzetta dello Sport l'ex centravanti ucraino ha parlato della nuova dirigenza rossonera. Ecco le sue parole:


"Penso stia facendo cose positive. Il progetto di un nuovo stadio ad esempio. San Siro mancherà a tutti noi perché è stupendo ma se tutto andrà bene ci sarà uno stadio più moderno. Un passo importante per la solidità del club. Tutto si costruisce con il tempo, non solo la squadra. Maldini e Boban sono una garanzia, faranno bene. Le aspettative sono tante ma Paolo e Zvone riporteranno il Milan in alto. In questo momento vedo molta chiarezza".


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del ​Milan e della ​Serie A.