La Fiorentina si trova a Moena, per affrontare la prima parte della preparazione estiva, e a breve partirà per gli Stati Uniti, dove prenderà parte alla International Champions Cup. Vincenzo Montella, tecnico viola, ha parlato in conferenza stampa soffermandosi sulle voci di mercato e facendo le prime valutazioni sui giocatori a disposizione. Queste le sue parole:


Stimoli e pressioni?

"La volontà è quella di cambiare, il mio compito è valutare tutto il patrimonio perché ci sono giocatori che possono avere mercato e vanno valutati. Io mi sento con anni di più come esperienza, ho vinto qualcosina anche se viene dimenticato. Sono più moderato e paziente, molto più sereno".


De Rossi può arrivare ancora?

"Non è un segreto e lo ha detto Barone, era un obiettivo e abbiamo insistito tutti, adesso ho un po' smesso perché credo che debba decidere in tutta serenità. Non so cosa deciderà, qui ha una porta aperta perché sarebbe in termini di carisma un esempio e un valore, deve scegliere serenamente. Qualsiasi sia la scelta penso che se ne pentirà!"


Idea Balotelli?

"Non so quanti giocatori mi hanno appiccicato, anche per strategia, ma per non creare equivoci parlo di chi ho a disposizione. Balotelli ha potenzialità inespresse ma da qui a dire che possa venire alla Fiorentina ci sono tanti ragionamenti da fare".


Idee su Simeone e Vlahovic?

"Sono due profili diversi e ci possono stare tranquillamente, al contempo c'è bisogno di un calciatore diverso. Non si possono avere tre profili di questo tipo, se dovesse arrivare un altro bisognerebbe scegliere chi mandare a giocare. Vlahovic non può essere una terza scelta, potrebbe partire per tornare da giocatore finito".


Castrovilli e Sottil?

"Castrovilli ha fatto vedere qualità importanti, e molto probabilmente rimarrà perché mi piace molto. Sottil ha tanti pregi e qualche difetto da migliorare, c'è tanta volontà ma deve capire che a certi livelli c'è bisogno di fare entrambe le fasi. Il suo livello dipende da come farà la fase di non possesso".


Veretout negli USA?

"No, stiamo aspettando che si concluda qualcosa, abbiamo deciso di non prendere rischi. Credo che rimanga qui a Moena ma non me lo sono chiesto".


Impressioni positive e negative?

"C'è entusiasmo, i tifosi ci sono stati vicini e ci danno credito, hanno fiducia. Ora tocca a noi rispondere, stiamo lavorando bene e tutti i ragazzi si sono messi a disposizione, anche chi ha sentore di andar via".


Preferirebbe acquisti prima del 10 agosto?

Sono maturato e sono paziente, avete letto delle cifre, corrispondono al vero e siamo un po' fuori mercato come valutazioni...sono paziente”.


Si cercano caratteristiche particolari in difesa?

I profili sono quelli legati al modello di gioco, Pezzella lo vedremo al ritorno dagli USA ma ora non c'è volontà di cambiare aria”.


Dragowski?

Lui vuole rimanere, sta parlando con la società per i termini economici, mi ha detto personalmente che vuole rimanere. Se cambia idea ce lo faccia sapere”.


Braccio di ferro con Chiesa?

Penso sia stato detto 100 volte che resta, noi non abbiamo notizie sul fatto che voglia andare via. Enrico è un mio amico ma nessuno ci ha fatto sapere che vuole andare via. Finché non viene in America non capiremo...sennò parliamo sempre di notizie che non sono più notizie”.


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!