Ieri è stato un giorno importante per il progetto del nuovo stadio di Milan Inter, i due club hanno infatti risposto all'invito ribadito spesso dal sindaco Giuseppe Sala e hanno mosso i primi passi ufficiali presentando il progetto di fattibilità. Un necessario input iniziale per arrivare in futuro all'abbattimento di San Siro e alla realizzazione del nuovo impianto da 60mila posti.

AC Milan v F91 Dudelange - UEFA Europa League - Group F


Il progetto, come emerso ieri dal piano presentato dai due club in modo congiunto, non riguarderebbe solo l'impianto in cui giocheranno Milan e Inter: l'intero quartiere si trasformerebbe e l'idea è quello di terminare l'intero distretto nel 2026, con lo stadio pronto a fine 2023. Il presidente del Milan, Paolo Scaroni, si è espresso con fiducia sul progetto. Queste le sue parole riportate dal Corriere della Sera

Paolo Scaroni


"In tempi di Fair Play Finanziario è fondamentale aumentare i ricavi: se l’Arsenal dallo stadio ricava 120 milioni l’anno, Inter e Milan non possono restare fermi a 40".


Abbattimento di San Siro?

"Pensare di far entrare ogni tre giorni 50mila persone dentro un cantiere ci fa venire i brividi. A meno di non fare come l’Atalanta che è andata a Reggio Emilia, ma da Milano dove potevamo andare?".


C'è ottimismo?

"Qui non siamo in Italia, qui siamo a Milano: intorno a un progetto di interesse generale le cose si fanno".


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter, del Milan e della Serie A!