​Andrea Barzagli, ex difensore della ​Juventus, non farà parte dello staff di Maurizio Sarri, ormai è ufficiale. Il calciatore, anzi, l'ormai ex calciatore, avrebbe dovuto iniziare quest'oggi la nuova esperienza con Sarri ma ha detto no ai bianconeri.

Andrea Barzagli

"Ho bisogno di ricaricare le pile". Questa in sotanza la motivazione data da Barzagli e riportata dalla Gazzetta dello Sport che seguirà il corso di allenatore a Coverciano ma che per ora preferisce staccare la spina col campo, dopo una carriera piena di successi. Una chiusura, tuttavia, solo temporanea. La Juve infatti vorrebbe inserirlo nello staff del proprio tecnico.


Nel frattempo sono arrivati due volti nuovi: Daniele Tognaccini, 20 anni al Milan e fondatore di "Milan Lab". Poprio un anno fa Tognaccini diceva addio al Milan ricevendo la proposta di Sarri di seguirlo a Londra, al Chelsea. I due sono molto amici. Un anno fa arrivò il rifiuto, ora invece è arrivata la risposta positiva. Oltre al vice Giovanni Martusciello, l'altro collaboratore tecnico della Juventus sarà Loris Beoni, ex allenatore del Napoli Primavera.


Un ex Milan, un ex Inter e un ex Napoli alla Juventus, nella nuova Juve di Sarri. Non c'è posto, almeno per quest'anno e per sua scelta personale, per Andrea Barzagli.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A