​Dopo oltre 20 giorni di trattativa, il ​Napoli ha chiuso l'acquisto di Konstantinos Manolas, dalla Roma. Il difensore greco è stato pagato 36 milioni di euro, valore della sua clausola rescissoria e giocherà al fianco di​ Kalidou Koulibaly, formando una coppia di centrali davvero formidabile.


Il greco, in questi anni in Italia, ha dimostrato di essere uno dei migliori in circolazione, ma soprattutto di avere forza, esperienza e intelligenza.

FBL-EUR-C1-OLYMPIACOS-BENFICA

La carriera di Kostas Manolas: gli inizi e l'esordio nel professionismo


Nato a Nasso il 14 giugno 1991, nipote dell'ex giocatore Stelios Manolas, è cresciuto calcisticamente nella squadra Thrasyvoulos Fvlis dove venne notato proprio dallo zio, all'epoca direttore tecnico dell'Aek Atene. All'età di 18 anni si trasferisce e il suo esordio arriva a 19 anni contro l'Aris Salonicco.


Le caratteristiche tecniche e tattiche di Kostas Manolas


Come dicevamo, il classe '91 è un difensore forte fisicamente, bravo di testa, anche goleador per certi versi. Con la Roma ha siglato 8 reti in cinque anni, uno molto importante, contro il Barcellona ai quarti di finale della Champions League 2017/2018, nella rimonta storica dei giallorossi che hanno lanciato la squadra di Di Francesco in semifinale (3-0) dopo il ko dell'andata.


La sua forza è anche la velocità e l'intelligenza a capire prima il movimento dell'avversario. L'anticipo è una delle sue caratteristiche migliori.

FBL-WC2018-BIH-GRE


Kostas Manolas e la nazionale greca


Dal 2009 al 2011 ha giocato per l'Under 21 greca, anche se nel 2010 fece parte dei pre-convocati per il Mondiale della nazionale maggiore in Brasile. Dal 2013 è titolare fisso della squadra dei "grandi" e ha giocato il Mondiale 2014. 


Con la nazionale del suo paese ha totalizzato oltre 40 presenze e il 9 giugno 2017, è uscito alla ribalta per aver litigato, arrivando addirittura alle mani, durante Grecia-Bosnia, con il suo compagno di squadra, ​Edin Dzeko.​

Kostantinos Manolas

Kostas Manolas, la Roma e il futuro napoletano...


In Grecia non ha giocato solo con l'Aek Atene, ma anche con l'Olympiacos, rivale storica della squadra della capitale. Dopo le due stagioni con quest'ultima, ecco il trasferimento in Italia, alla Roma per una cifra intorno ai 13 milioni di euro più bonus.


L'esplosione arriva qui, nel nostro paese. Manolas non solo è titolare inamovibile, ma smuove le big d'Europa ogni anno che non riescono a prenderlo per il muro della società romana. Ci riesce il Napoli che approfittando anche di una situazione caotica nella società capitolina e soprattutto non buona a livello economico, paga i 36 milioni di euro della clausola e si aggiudica uno dei giocatori più forti in questo ruolo​.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Napoli e della Serie A!