​La situazione che si stava trascinando avanti ormai da tempo tra il Milan e Marco Fassone, ex Amministratore Delegato rossonero, è arrivata oggi a una conclusione. Un contenzioso, quello tra i rossoneri e l'ex dirigente, che aveva portato lo stesso Fassone a chiedere un ricco risarcimento in seguito al licenziamento arrivato dopo il passaggio del club in mano al fondo Elliott.

fbl-ITA-court-finance-fairplay


Le due parti hanno trovato un accordo e Fassone, tramite una nota apposita, ha accolto con favore la fine di questo capitolo certo non piacevole: "Sono estremamente felice di lasciarmi alle spalle una vicenda che mi ha profondamente toccato e di poter tornare a guardare il futuro con serenità. Per me contava soprattutto ribadire che il mio operato è sempre stato improntato a criteri di lealtà e trasparenza, in difesa degli interessi del club. Chiarito questo non mi resta che augurare al Milan, ed in particolare al mio successore Ivan Gazidis, di riportare presto al successo sportivo ed economico i colori rossoneri".


Paolo Scaroni

Il Milan ha risposto a sua volta con una nota a firma del presidente Paolo Scaroni: "Sono contento che in questi mesi si sia avuto il tempo di approfondire le contestazioni mosse nei confronti di Marco Fassone, e che con spirito costruttivo le parti abbiano saputo – in considerazione anche dell’attività da lui svolta durante il rapporto di lavoro e dell’assenza, all’esito delle rispettive valutazioni, di reciproche pretese – raggiungere un’intesa che consente di porre fine al contenzioso in essere e di concentrare ciascuna i propri sforzi e le proprie energie agli obiettivi futuri".


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!