Fiorentina's coach Cesare Prandelli (L)

La Top 11 della Fiorentina nell'era Della Valle

La storia dei Della Valle alla guida della Fiorentina è finita, i viola sono passati nelle mani di Rocco Commisso e si preparano dunque a ripartire con una nuova proprietà. Ripensando ai 17 anni dei Della Valle, dalla stagione 2002/2003 alla 2018/2019, non mancano grandi campioni che hanno vestito la maglia della Fiorentina: questa la possibile Top 11 degli anni dei Della Valle, considerando in particolare i due cicli più fortunati con Prandelli e Montella in panchina, fatta eccezione per il capitano Davide Astori.

1. Sebastien Frey

Il francese, già protagonista in Italia con Inter e Parma, è stato il numero uno viola dell'era Prandelli: Frey sarà ricordato probabilmente come il miglior portiere degli anni dei Della Valle, per lui 218 presenze in viola e un rapporto ancora forte con la città.

2. Tomas Ujfalusi

Arrivato in maglia viola nel 2004, dall'Amburgo, il difensore ceco è riuscito a disimpegnarsi al meglio sia come centrale che come terzino destro dalle caratteristiche difensive. Ancora oggi i tifosi lo ricordano come uno dei difensori più solidi degli ultimi 20 anni viola.

3. Davide Astori

Quello che Davide Astori ha dato a Firenze e alla Fiorentina trascende ogni discorso relativo al pallone, il capitano viola scomparso nel marzo del 2018 ha lasciato un ricordo che non si spegnerà e che, al di là del Centro Sportivo intitolato al numero 13, resterà profondamente connesso alla città e ai tifosi viola.

4. Gonzalo Rodriguez

Un vero affare per i viola, arrivato nel 2012 per 1,5 milioni di euro è riuscito a imporsi come un centrale dalle caratteristiche peculiari: solido in difesa ma altrettanto valido nell'impostare, avviando le azioni e palesando doti tecniche fuori dal comune.

5. Marcos Alonso

Da oggetto misterioso a laterale sinistro di livello internazionale, questa la parabola tutta particolare di Marcos Alonso. Ha faticato e non poco a imporsi in viola ma quando lo ha fatto ha spiccato il volo, raggiungendo il Chelsea dove tutt'ora milita con successo.

6. David Pizarro

Un vero generale per Montella, nel suo ciclo fortunato in viola: un regista in grado di impostare il gioco della squadra e un condottiero capace di trascinare il gruppo. Uno dei simboli dei tre anni di Montella in viola e del suo tiki taka. 

7. Borja Valero

In maglia viola dal 2012 al 2017, prima di trasferirsi all'Inter. Borja Valero ha sorpreso fin da subito per qualità espressa in campo e per la capacità immediata di entrare nel cuore dei tifosi e della città. Non è un caso che venisse chiamato "il sindaco".

8. Juan Cuadrado

Arrivato a Firenze dopo le buone cose mostrate tra Udine e Lecce è riuscito a esplodere del tutto in maglia viola, regalando sgroppate sulla fascia, dribbling e gol spettacolari prima di approdare al Chelsea e, successivamente, alla Juventus. In viola ha collezionato 106 presenze e 26 gol.

9. Luca Toni

Firenze ha un rapporto speciale coi bomber, basti pensare all'impatto di Batistuta negli anni '90, e Luca Toni è riuscito nell'impresa di far innamorare di nuovo la città di un centravanti. In tutto ha messo a segno 57 gol in viola, nelle sue due esperienze in riva all'Arno.

10. Adrian Mutu

Genio e sregolatezza, numero 10 ideale di questa formazione che ripercorre l'era Della Valle. In viola è riuscito a riprendersi dopo anni difficili, segnando gol tanto importanti quando belli: tra il 2006 e il 2011 ha segnato 69 gol in 143 partite.

11. Mohamed Salah

Protagonista di giocate incredibili col Liverpool e con la Roma, Salah è di fatto esploso in maglia viola dopo l'arrivo in prestito dal Chelsea nel gennaio del 2015. Agli ordini di Montella l'egiziano ha avuto un grande impatto, segnando 6 gol n 16 partite in Serie A.