FBL-SUI-MOURINHO

Champions League, la TOP 11 di Josè Mourinho: a sorpresa, fuori Cristiano Ronaldo!

José Mouriho ha stilato la sua formazione ideale della Champions League appena terminata. Nel corso di una trasmissione in onda su beIN Sports l'allenatore portoghese ha selezionato i migliori calciatori dell'ultima edizione della massima competizione europea per club: ecco la top 11 dello Special One!


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A !

1. Alisson Becker (Liverpool)

Il vero uomo in più rispetto alla stagione 2017-2018. Acquistato dalla Roma a cifre record, il portiere brasiliano ha fatto la differenza sin da subito confermando di essere uno dei migliori portieri al mondo. La differenza con Karius, autore delle famose papere che hanno compromesso la finale dell'anno scorso, è stata notevole, di fatto i Reds hanno vinto la coppa.

2. Trent Alexander-Arnold (Liverpool)

E' stata l'annata della consacrazione per il talentuoso terzino destro inglese. Classe 1998, Alexander-Arnold è diventato l'unico difensore under20 ad aver giocato (da titolare) due finali di Champions League consecutive. I numeri, inoltre, rendono bene l'idea: nella stagione appena terminata ha collezionato ben 16 assist. 

3. Virgil van Dijk (Liverpool)

Con il massimo rispetto per tutti i colleghi, ma van Dijk è stato, oggettivamente, il miglior difensore centrale dell'ultimo anno. Un vero e proprio muro invalicabile che ha guidato la retroguardia dei Reds con grande carisma. Spicca, in particolar modo, un dato straordinario: nelle ultime 64 gare disputate il calciatore olandese non è mai stato dribblato. 

4. Matthijs de Ligt (Ajax)

Che fosse un potenziale campioncino era cosa risaputa, ma nella stagione 2018-2019 il talentino dell'Ajax ha spazzato via qualsiasi dubbio imponendosi, da vero leader, ai massimi livelli. A soli 19 anni figura già nella lista dei migliori centrali in circolazione. Non è un caso che tutte le big europee, in questo momento, stiano provando ad acquistarlo mettendo sul piatto offerte faraoniche.

5. Andrew Robertson (Liverpool)

Altro elemento valorizzato da Jurgen Klopp. La stagione di Robertson è stata straordinaria: 13 assist e tante prestazioni d'alto livello. E dire che nel 2012 il ragazzo era disoccupato e cercava lavoro sui social network. Il destino è sempre incredibile. 

6. Donny van de Beek (Ajax)

Tra le più belle sorprese dell'ultima Champions League. Il centrocampista olandese, classe 1997, ha ricoperto un ruolo preziosissimo all'interno della bellissima favola dell'Ajax, club arrivato sorprendentemente ad un passo dalla finalissima. Il ragazzo, classe 1997, è stato spesso decisivo in fase offensiva: per lui 3 goal e 2 assist. 

7. Frenkie de Jong (Ajax)

Altro gioiellino di casa Ajax. Playmaker raffinato e, nonostante la giovanissima età (classe 1997), dotato di una grande personalità, de Jong sembra destinato a diventare uno dei top player della nuova generazione. Il Barcellona - mica un club qualsiasi - non ha perso tempo e l'ha già acquistato nel bel mezzo della stagione. 

8. Christian Eriksen (Tottenham)

Unico rappresentante del Tottenham finalista. Talvolta sacrificato, causa infortuni, in ruoli meno congeniali alle sue caratteristiche, Eriksen ha comunque confermato di avere qualità fuori dal comune. Tecnica, classe e grande capacità di mandare in porta i compagni (17 assist stagionali). Probabilmente al termine della stagione cambierà casacca per provare a fare il salto di qualità definitivo in una big che possa permettergli di vincere qualcosa.

9. Mohamed Salah (Liverpool)

Dopo aver saltato la finale dell'anno scorso causa infortunio, Salah è tornato più forte di prima e ha trascinato il Liverpool alla vittoria dell'ambita Champions League. L'attaccante egiziano ha fenomeggiato anche nella stagione 2018-2019 realizzando un goal importante nell'atto finale della competizione. In totale, nella competizione europea, ha collezionato 5 reti e 2 assist. Adesso è uno dei candidati principali per la vittoria del Pallone d'Oro.

10. Lionel Messi (Barcellona)

Anche quest'anno il Barcellona ha subito una beffa clamorosa facendosi rimontare nella semifinale di ritorno, in maniera incredibile, un risultato decisamente favorevole. Tale esito, in ogni caso, non può sicuramente cancellare le prodezze realizzate da Messi nel corso della stagione. Il fuoriclasse argentino, solo in Champions League, ha collezionato numeri pazzeschi: 12 goal e 3 assist.

11. Sadio Mané (Liverpool)

Spesso sottovalutato, l'attaccante senegalese si è reso protagonista di un'altra annata da incorniciare. Il numero 10 del Liverpool ha vinto il titolo di capocannoniere della Premier League con 22 reti e fatto la differenza anche in Champions League, soprattutto nei momenti clou della competizione, con 4 reti e 3 assist.