​Roma-Parma sarà l'atto finale della stagione giallorossa, un'annata non certo facile e segnata dai tanti momenti critici vissuti dalla Roma: dai risultati al di sotto delle aspettative all'esonero di Di Francesco, dall'addio di Monchi alle critiche nei confronti di James Pallotta e della dirigenza. E proprio pensando ai rapporti complicati tra la piazza e la proprietà merita un posto speciale l'addio imminente di Daniele De Rossi: il capitano ha spiegato di aver in qualche modo subito la decisione della società, non rinnovare il contratto, e l'ambiente non ha certo digerito il trattamento riservato a un simbolo. De Rossi saluterà dunque i suoi tifosi, dopo 615 battaglie vissute insieme, e tutti gli occhi dell'Olimpico saranno rivolti sul centrocampista. 

FBL-ITALY-SERIE A-GENOA-AS ROMA


ADDIO ANCHE IN PANCHINA - Non sarà però il solo addio che si consumerà domenica sera, in tanti vivranno l'ultima tappa dell'esperienza in giallorosso: a partire da Claudio Ranieri. Il tecnico-tifoso, fin dal proprio arrivo, ha spiegato di non confidare in una permanenza e le ultime settimane non hanno fatto altro che confermare l'impossibilità di proseguire insieme. Tornando ai giocatori sono tanti gli addii in vista, in ogni ruolo: Robin Olsen non ha convinto ed è stato scalzato da Mirante, la cessione appare scontata e lo svedese potrebbe proseguire in Premier League la carriera.



BIG IN BILICO - In difesa rischiano due punti fermi come Kostas Manolas, nel mirino della Juventus da tempo, e Aleksandar Kolarov: il contratto del serbo scadrà nel 2020 e i rapporti con la piazza non sono più idilliaci, come visto nel corso della stagione. Karsdorp e Marcano, dal canto loro, non hanno convinto e potrebbero partire. Anche a centrocampo sono numerose le situazioni in bilico, Nzonzi ha un ingaggio importante e Lorenzo Pellegrini ha una clausola che potrebbe rendere facile strapparlo ai giallorossi. Anche Zaniolo non è al sicuro, di recente il Tottenham si è portato con forza sul giocatore, e la plusvalenza potrebbe ingolosire la Roma. 

Edin Dzeko


DZEKO VERSO L'INTER - Per quanto riguarda Pastore la situazione è affine a quella di Nzonzi, l'ingaggio è pesante e il trasferimento in estate non è da escludere. Passando all'attacco sorprende la situazione legata a El Shaarawy, la distanza tra le parti in ottica rinnovo non rende scontato il lieto fine in questo senso, anche se i margini ci sono ancora. Nota la situazione di Dzeko, l'Inter sembra da tempo vicina al giocatore, mentre Schick sarà valutato dal nuovo allenatore. Qualora quest'ultimo fosse Gasperini potrebbe trarne giovamento Perotti, legato all'ex tecnico genoano, e l'addio in direzione Argentina potrebbe dunque essere evitato. Difficile infine ipotizzare un addio per Kluivert, giocatore con ampi margini di miglioramento, così come sarebbe forse sconveniente cedere Under dopo una stagione non ai livelli della precedente.


90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.