Alla vigilia di Pasqua, nel posticipo serale della 33esima giornata di Serie A, l'​Inter ​di Luciano Spalletti mette in tasca un punto di estrema importanza per la corsa alla prossima Champions League, tenendo invariato il distacco dalla Roma (ancora a sei lunghezze di distanza) e dal Milan, quarto a cinque punti di distacco dopo il pareggio di Parma. 



La Gazzetta dello Sport in edicola oggi si concentra sulla mossa tattica del tecnico nerazzurro, che sotto di un gol dopo la prodezza di El Shaarawy ha sfoderato il colpo dal cilindro che ha permesso all'Inter di trovare la via del pareggio: fuori ​Radja Nainggolan, fino a quel momento assente dalla partita contro la sua grande ex, dentro ​Mauro Icardi, inizialmente in panchina con Lautaro Martinez titolare. 

Ivan Perisic


Dà lì in poi l'Inter di è ritrovata a giocare con un "tridente anomalo" composto dai due argentini e da ​Ivan Perisic, autore della rete del decisivo 1-1 che scaccia via i fantasmi e mette in discesa la corsa dell'Inter verso la prossima Champions. Perisic-Icardi--Lautaro: "l’Inter che vede la discesa è figlia di questo triangolo qui", sottolinea la rosea.


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.