​La notte delle stelle ad Amsterdam in una Johan Cruijff Arena gremita in ogni ordine di posto per l'andata dei quarti di finale di Champions League tra Ajax​Juventus. Massimiliano Allegri ha dovuto fare a meno di Chiellini, Caceresed Emre Can (out anche Cuadrado, non inserito in lista). Il tecnico bianconero ha scelto il 4-3-3. Nessuna sorpresa rispetto alle indicazioni della vigilia: Cancelo titolare a destra, Rugani al centro al posto di Chiellini e Barzagli nemmeno in panchina; in mezzo al campo Bentancur preferito a Khedira e in avanti Bernardeschi al posto di Dybala e al fianco di Ronaldo e Mandzukic. Nell'Ajax di Ten Hag assente lo squalificato Mazraoui oltre agli indisponibili Eitinge Bandè. Il tecnico degli olandesi ha schierato i suoi con il consueto 4-3-3 con Veltman terzino destro e Blind al centro. In cabina di regia de Jong, futuro giocatore del Barcellona, in avanti Tadic falso nueve.


Buona partenza della Juventus con Bernardeschi che dopo 2 minuti sfiora il gol con un grande sinistro. Poi cresce l'Ajax che con Ziyech mette in apprensione Szczesny in tre circostanze diverse: la terza è quella più pericolosa ma il portiere polacco è ben posizionato e alza il pallone in corner. Poi l'occasione più grande al 25': van de Beek controlla in area e batte in porta col sinistro, pallone fuori di poco. Nel finale ancora Juve con Bernardeschi: il numero 33 si gira in area e calcia, palla deviata impercettibilmente da de Ligt che salva l'Ajax. E' il preludio al gol bianconero che arriva allo scadere: Bentancur per Ronaldo che allarga a destra per Cancelo, cross pennellato del portoghese per il connazionale col 7 che in tuffo di testa trova lo 0-1 e trova il 24esimo gol in 21 quarti di finale giocati.


Nel secondo tempo parte forte l'Ajax che trova il gol dopo pochi secondi: Cancelo sbaglia tutto nella zona destra della metà campo, Neres ruba palla, salta il portoghese che nel frattempo era tornato sul brasiliano e batte Szczesny con un destro imparabile sul secondo palo. L'Ajax ci crede e sfiora il bis pochi minuti dopo con Tagliafico ma il suo sinistro va vicino al palo. Allegri mette dentro Douglas Costa e Dybala per Mandzukic e Matuidi, quest'ultimo fuori per infortunio ma è l'Ajax a sfiorare il gol con il nuovo entrato Ekkelenkamp che trova un reattivo Szczesny di fronte a sé. Poi la Juve colpisce il palo con una giocata personale di Douglas Costa. Finisce 1-1: tutto aperto in vista del ritorno ma per la Juve ci sarà ancora da sudare!


Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.