Roberto Mancini

Italia-Liechtenstein, ore 20.45: le probabili formazioni e le possibili scelte di Mancini

L'Italia di Roberto Mancini arriva dal debutto nelle qualificazioni a EURO 2020, esordio positivo contro la Finlandia: il 2-0 firmato da Barella e Kean cerca oggi il suo seguito contro il Liechtenstein, al Tardini. La sfida delle 20.45 potrebbe dare continuità agli azzurri per iniziare al meglio questo percorso, Mancini dal canto proprio ha spiegato di valutare alcune novità di formazione.

1. Portiere

Contro la Finlandia non è stata una serata così impegnativa per il numero uno rossonero, Donnarumma sarà regolarmente al suo posto anche contro il Liechtenstein, con la speranza di vivere un'altra partita povera di brividi e di occasioni per gli avversari.

2. Difesa

Il reparto arretrato azzurro potrebbe regalare ben due novità rispetto ai titolari visti in campo contro la Finlandia, potrebbero cambiare nello specifico il terzino destro e uno dei due centrali. A destra è pronto Spinazzola, confermato Biraghi a sinistra, al centro ci saranno Bonucci e Romagnoli

3. Centrocampo

Possibile una novità di formazione anche a centrocampo, Sensi potrebbe prendere infatti il posto di Jorginho in cabina di regia. Dovrebbero restare invece invariati gli altri due posti, ai fianchi di Sensi dovrebbero infatti agire Verratti e Barella, autore del gol del vantaggio con la Finlandia.

4. Attacco

C'è una novità in vista anche nel reparto avanzato, novità figlia del buon impatto in campo di Fabio Quagliarella nel finale. L'esperto attaccante blucerchiato dovrebbe partire dall'inizio, al suo fianco sono confermatissimi Bernardeschi e Kean, a caccia di continuità dopo il gol.

5. Tattica e modulo

Se, come detto, la formazione potrebbe riservare qualche novità a livello di uomini rispetto alla sfida con la Finlandia, il discorso è diverso pensando al modulo che Mancini si prepara ad adottare in questa seconda partita del girone: avanti col 4-3-3.

6. Gli avversari

Il Liechtenstein è chiamato a riscattarsi dopo la sconfitta contro la Grecia, al debutto. Kolvidsson schiererà i suoi con un 4-1-4-1, davanti a Buchel agiranno Wolfinger, Rechsteiner, Kaufmann e Goppel, il mediano davanti alla difesa sarà Wieser mentre la linea di centrocampo sarà composta da Hasler, Buchel, Polverino e Salanovic. In avanti Gubser sarà l'unica punta.