​Dopo il successo interno contro l'Empoli, nel nuovo esordio di Ranieri sulla panchina della Roma, i giallorossi tornano in campo e lo fanno al Mazza di Ferrara: l'anticipo delle 18.00 propone la sfida contro la SPAL di Semplici. Ranieri punta sul 4-4-2, un vero marchio di fabbrica, e schiera Schick a fianco di Dzeko in avanti. Da segnalare l'assenza di Zaniolo nell'undici titolare, sulla destra c'è spazio per Kluivert. Nessuna sorpresa nei padroni di casa, con Lazzari regolarmente in campo dal primo minuto: un ritorno importante per gli emiliani.


PRIMO TEMPO - In avvio spinge la Roma, El Shaarawy recupera un buon pallone ma temporeggia e non serve Dzeko, permettendo alla SPAL di rientrare. Il copione della sfida vede i giallorossi tenere in mano il pallino del gioco, si registrano comunque errori da una parte e dall'altra. Non arrivano occasioni degne di nota, portieri inoperosi, ma la SPAL avanza il baricentro e fa più possesso col passare dei minuti. La prima occasione è proprio per gli uomini di Semplici, punizione di Kurtic deviata di testa da Murgia e palla fuori di poco al 18'. 


Mohamed Fares

Al 22' passa la SPAL e lo fa con Fares: colpo di testa, anticipando Karsdorp su cross di Cionek, e Olsen beffato. Prendono fiducia i padroni di casa e continuano a spingere, trascinati dall'entusiasmo: al 25' Kurtic tira da fuori, palla fuori di poco. La risposta giallorossa è sulla testa di Schick: cross di Karsdorp e conclusione poco precisa del ceco. Al 35' prima occasione nitida per la Roma: Dzeko si libera in area e tira di sinistro, Viviano è reattivo sul primo palo. Ci prova anche El Shaarawy, destro velenoso e fuori di poco al 39', ma si va al riposo con la SPAL in vantaggio.


SECONDO TEMPO - Subito due cambi per Ranieri, in campo Zaniolo e Perotti al posto di Kluivert ed El Shaarawy. Buon atteggiamento dei giallorossi in avvio di ripresa, Dzeko va al tiro al 48' e costringe la SPAL a rifugiarsi in corner. Il buon momento della Roma si traduce in un rigore: grande azione di Zaniolo, Dzeko prende palla ma viene atterrato da Cionek. Perotti va sul dischetto ed è freddo come sempre, 1-1.


Andrea Petagna

Ancora un rigore, stavolta dalla parte opposta: Juan Jesus fa cadere Petagna in area, l'attaccante della SPAL va sul dischetto e firma il 2-1. La sfida è equilibrata, la Roma non riesce a partire all'assalto e la SPAL riesce a rallentare il gioco: al 74' poi Viviano si supera su Dzeko, grande intervento del portiere. Nel finale la SPAL sfiora anche il gol del potenziale 3-1, Cionek fa partire un colpo di testa pericoloso ma prende la traversa. La Roma attacca ma non colleziona occasioni nitide, la formazione di Semplici porta fino in fondo un successo fondamentale e Ranieri trova la prima sconfitta dal suo ritorno.