​Appuntamento con l'anticipo della ventottesima giornata di Serie A alla Sardegna Arena, il Cagliari ospita una Fiorentina ormai lontana dall'obiettivo Europa League e costretta a vincere per coltivare ancora qualche minima speranza. Non mancano sorprese da una parte e dall'altra, tra gli uomini di Maran resta fuori Padoin e gioca Ionita mentre nei viola Mirallas viene preferito a Simeone, pronto a rendersi utile a partita in corso. Pioli conferma inoltre Terracciano in porta.

Cagliari v ACF Fiorentina - Serie A


PRIMO TEMPO - Partita molto fisica nelle prime battute, combattuta a centrocampo. In avvio il Cagliari trova anche il gol con Joao Pedro dopo un retropassaggio sciagurato di Ceccherini, l'arbitro però annulla e grazia i viola, il pallone non era uscito dall'area prima del tocco rossoblu. Tanti errori in difesa da una parte e dall'altra, gli attacchi non ne approfittano. I viola fanno possesso ma il Cagliari riesce a chiudersi con efficacia e a ripartire, la sfida è equilibrata e  combattuta anche se povera di occasioni: la prima arriva al 26', destro violento di Cacciatore respinto da Terracciano.


l copione della sfida è piuttosto chiaro e il pallone è spesso in mano ai viola, un possesso che però risulta fine a se stesso e non si traduce in azioni degne di nota se si esclude una grande occasione viola al 37': gran cross di Biraghi, Mirallas la prende al volo ma Cragno si supera e salva i suoi. L'ultima occasione del primo tempo è un tiraccio di destro di Biraghi, non è il suo piede e si vede: pallone fuori di molto al 40'. Si va al riposo sullo 0-0.


SECONDO TEMPO - Il Cagliari parte col piede sull'acceleratore e lo fa col vento a favore, il primo a provarci è Cigarini da lontano: palla in corner. Al 51' Terracciano prende un gran rischio e serve Pavoletti, il centravanti non è preciso e la manda fuori da ottima posizione. Il buon momento del Cagliari viene finalizzato da Joao Pedro: cross di Cacciatore, il brasiliano irrompe in area e batte Terracciano. Al 54' poi Cigarini trova un gol incredibile dalla propria metà campo ma l'arbitro annulla: era punizione a due.


Joao Pedro

La Fiorentina non riesce a guadagnare terreno, Pioli prova a giocarsi la carta Simeone. I viola avanzano solo lievemente il raggio d'azione ma è il Cagliari a pungere di più, Joao Pedro cerca il raddoppio in acrobazia. Al 67' il Cagliari trova il meritato 2-0 e o fa con Ceppitelli, bravo a inserirsi e a eludere l'intervento di Pezzella. Il Cagliari sfiora anche il 3-0: traversa piena di Joao Pedro, su tiro a botta sicura. Nel finale Chiesa prova a riaprirla, bel piatto destro all'88' e Cragno battuto, ma ormai è troppo tardi e finisce 2-1.