​Allo Stadio Tardini è andato in scena, alle ore 18, il secondo anticipo della ventisettesima giornata di Serie A. Il ​Parma ha battuto il ​Genoa di misura (1-0) al termine di una gara poco emozionante che si è accesa soltanto nel finale. Ripercorriamo i momenti salienti dell'incontro. 


PRIMO TEMPO - Sin dall'inizio la gara non regala particolari emozioni. Anzi, le due squadre si studiano e sono molto organizzate, di fatto le occasioni da rete scarseggiano. Per assistere alla prima vera opportunità degna di nota bisogna aspettare il minuto 38. Sugli sviluppi di una punizione battuta da Scozzarella si mette in mostra Inglese con una giocata spettacolare: stop di destro e rovesciata di sinistro, ma il pallone termina di poco a lato. La prima frazione di gioco finisce a reti bianche: 0-0

Daniel Bessa,Luca Rigoni

SECONDO TEMPO - Anche nella ripresa i ritmi sono piuttosto bassi e il match fa fatica a decollare. La gara si sblocca, quindi, su calcio piazzato. Al 78', sugli sviluppi di un corner, Kucka colpisce di testa e il pallone si infrange sulla traversa, Rigoni svirgola da due passi ma sempre Kucka calcia di potenza e trafigge Jandrei. Essendo un ex, però, il centrocampista non esulta. 

​​Nel finale di gara Prandelli prova ad agguantare il pareggio inserendo forze fresche e alzando il baricentro, ma il Parma si difende bene e mantiene invariato il vantaggio di 1-0. Per la squadra emiliana si tratta di una vittoria molto importante sul fronte salvezza, poiché in attesa delle gare di domani si porta a +15 dal Bologna terzultimo. Prestazione scialba, invece, per i liguri: la classifica, ancora, non preoccupa, ma tenuto conto del fatto che mancano altre undici giornate la compagine rossoblù non può sicuramente cullarsi sugli allori.