Ristrutturare San Siro o costruire da zero un nuovo stadio? Inter e Milan da mesi si interrogano su questa delicata questione: l'impianto meneghino ha sulle spalle oltre 100 anni di storia tanto che per le due formazioni potrebbe essere arrivato il momento di cambiare casa e trasferirsi. Ma è più giusto andarsene e costruire un nuovo stadio o rimanere ancora a San Siro ristrutturando l'impianto? Proviamo a fare il punto.

FC Internazionale v Benevento Calcio - Coppa Italia

Nel calcio dei giorni nostri il fatto di avere uno stadio di proprietà e all'avanguardia è sicuramente importante, se non fondamentale: un impianto moderno attira più pubblico e di conseguenza gli incassi al botteghino aumenterebbero. Costruire un nuovo stadio però costa molto e qui entra in gioco l'ipotesi di ristrutturare lo stadio San Siro, ipotesi che non comprende il fatto di dover per forza sborsare una cifra a nove cifre.


Ristrutturare uno stadio, così come una casa, costa sicuramente di meno che costruirne uno ex novo. San Siro porta bene i suoi oltre 100 anni ma innegabilmente necessita di qualche ritocco qua e là: i costi di un'eventuale ristrutturazione sarebbero contenuti e potrebbero inoltre essere divisi in parti uguali tra l'Inter e il Milan, fattore da non sottovalutare e che potrebbe spingere le due società a rimanere nello storico impianto.