Claudio Ranieri alla Roma, atto secondo: i giallorossi hanno scelto di puntare sul tecnico di Testaccio, romano nel cuore, per ripartire e per portare in fondo la stagione nel migliore dei modi, conquistando un fondamentale quarto posto e portando equilibrio in un ambiente sicuramente provato da un'annata di alti e bassi. 

AS Roma's coach Claudio Ranieri reacts d


SCELTA DI  BUON SENSO - Una scelta di buon senso, così è filtrato dalla società giallorossa, ed effettivamente appare chiaro il motivo di questa decisione: un allenatore esperto, ben visto dall'ambiente e già protagonista in giallorosso di uno scudetto sfiorato nella stagione 2009/2010 e perso per due soli punti. Ora la parola scudetto suona lontana e astratta, pensando all'attualità di casa Roma, ma l'obiettivo Champions è prioritario e Ranieri può essere l'uomo giusto per compattare l'ambiente e approcciarsi al rush finale, col campionato rimasto ormai il solo obiettivo della stagione. 


FBL-ITA-SERIEA-AS ROMA-TORINO

MODULO E TATTICA - Come potrà cambiare la Roma con Ranieri alla guida? Difficile pensare a rivoluzioni vere e proprie ma appare probabile un abbandono del 4-3-3 in favore del 4-2-3-1, modulo utilizzato anche di recente dall'esperto allenatore, reduce dall'esperienza negativa al Fulham. Il marchio di fabbrica di Ranieri sarebbe però il 4-4-2, non è da escludere che la Roma possa anche schierarsi con tale modulo, aprendo la strada addirittura a una convivenza tra Dzeko e Schick. Molte le possibili novità e i giocatori da rilanciare, anche grazie a possibili cambi di modulo: Schick cerca il riscatto ed è possibile che Ranieri lo esalti, Florenzi dal canto proprio potrebbe avanzare il raggio d'azione e tornare ad agire da esterno alto, con Santon e Karsdorp pronti a darsi battaglia per il ruolo di terzino destro. Occhio anche alla porta, Mirante ha dato risposte positive quando è stato chiamato in causa e la titolarità di Olsen non appare più così scontata come qualche settimana fa. In difesa, invece, Juan Jesus potrebbe scalare le gerarchie andando ad affiancare con maggiore continuità l'inamovibile Manolas. 

Francesco Totti,Daniele De Rossi


RITORNO AL PASSATO - Da sottolineare infine, come elemento importante di questo Ranieri bis, è il nuovo incontro coi simboli della squadra, sul campo come fuori: Daniele De Rossi è il legame col passato e rappresenta tutt'ora un elemento fondamentale per dare equilibro alla squadra, Francesco Totti dal canto proprio ha abbandonato il terreno da gioco ma rivestirà un ruolo centrale per avviare questo nuovo corso della Roma, risultando un punto di riferimento basilare in un periodo di ricostruzione.