​Con l'avvento di Elliott alla guida del ​Milan, i tifosi possono essere tranquilli anche perché si tratta di una forza economica importante, in grado di gestire il club da solo. Secondo quanto riporta l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, tuttavia, non è escluso che Elliott possa essere accompagnato da alcuni soci. Secondo quando sostiene il quotidiano è da mettere in cantiere un possibile ingresso nel club di via Aldo Rossi di un gruppo d’investitori arabi.



Nelle ultime settimane circola una indiscrezione, non confermata al Milan, dell'ingresso in società di un socio di minoranza. Elliott, quindi, resterebbe il proprietario del club, ma potrebbe essere aiutato da un socio disposto a prelevare una quota comunque non superiore al 30%. Sarebbe legato comunque al mondo arabo. Elliott sarebbe favorevole all'avvento di un socio che potrebbe aiutarlo nella gestione del club.


Il possibile ingresso di un nuovo socio nel Milan non aumenterebbe i ricavi, ma consentirebbe una maggiore ripartizione delle spese che potrebbe far comodo alla famiglia Singer. Elliott non è mai stato contrario all'inserimento nel club di via Aldo Rossi di nuovi soci. Sarebbe importante avere nuove figure accanto per garantire ulteriore competitività ad un club che vuole tornare a breve nell'Olimpo del calcio mondiale.