​Il ​Milan si gode un Krzystztof Piatek  in formato super. In casa Genoa, invece, i rimpianti sono tanti. I tifosi liguri, alla luce delle grandi cose che il bomber polacco sta facendo con la maglia rossonera, sono comprensibilmente delusi. E tale malumore è esteso anche alla dirigenza. Enrico Preziosi e Giorgio Perinetti stanno riflettendo sul fatto che la cessione del bomber sia stata forse un po' troppo affrettata.


Il Genoa, con la cessione di Piatek al Milan, ha realizzato una plusvalenza record. Il prezzo del cartellino del calciatore, come sottolinea la redazione di calciomercato.com, si è in pratica decuplicato nel giro di pochissimi mesi. La sensazione, tuttavia, è che se il Genoa avesse atteso ancora qualche mese prima di cedere l'attaccante avrebbe ottenuto una cifra ancora superiore.


Come sottolinea l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, in meno di due mesi, grazie alle prestazioni super con la maglia del Milan, il valore di Piatek è passato dai 35 milioni versati alla dirigenza rossonera ai 60 attuali. Da qui al termine della stagione le cose potrebbero ulteriormente cambiare. Il valore del bomber potrebbe ancora aumentare. I rimpianti in casa Genoa, insomma, sono tanti: Piatek sarebbe stato fondamentale per la squadra allenata da Cesare Prandelli.