​Il tecnico del ​Napoli, Carlo Ancelotti, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa alla vigilia della partita di Europa League con il Salisburgo. Queste le sue parole:


Come sta lo spogliatoio dopo la sconfitta con la Juventus?

"L'ambiente è motivato. Ci teniamo ad andare avanti in Europa League. Il Salisburgo aggredisce, gioca in verticale, tiene ritmi altissimi. Dovremo fare il massimo per portare a casa la vittoria".


Si può dire che l'Europa League sia una piccola Champions?

"Ci sono squadre molto competitive, da Champions. Penso a compagini come Arsenal, Chelsea, Siviglia, Valencia. l livello è quasi paritario, cambia l'attenzione dei media, è ancora inferiore a quella della Champions".

 

Ha parlato con Insigne dopo il rigore fallito?

"No, non c'era bisogno. Solo chi ha carattere può prendersi la responsabilità di calciare i rigori e lui non si tira mai indietro".


Come sta la squadra fisicamente?

"Bene, domani starà ancora meglio. Dovremo evitare di commettere i piccoli errori determinanti in questo doppio confronto con il Salisburgo".


Che partita sarà quella di domani?

"Dobbiamo sfruttare il fattore campo, stando però anche molto attenti perché loro sfruttano il contropiede. Cercheremo di comandare il gioco, ma sempre con la massima cautela".


Come sta Ghoulam?

"Sapete che è reduce da un grave infortunio, ma sta recuperando ed è disponibile per giocare".


Concedete poco e create tanto: perché non siete primi in classifica?

 "Evidentemente San Gennaro non ci sta aiutando (ride, ndr), ma dobbiamo far meglio, soprattutto in zona goal".


Cosa pensa del Var?

"Resta uno strumento utile, ma ancora da migliorare".


La squadra sta migliorando soprattutto in Europa

"Abbiamo dimostrato di essere competitivi anche con squadroni come Liverpool e Psg. Dobbiamo concretizzare quello che produciamo".


Quella di domani sarà una gara decisiva?

"No, quello decisivo sarà il match di ritorno. Non dobbiamo sottovalutare il Salisburgo".


Cosa pensa della sconfitta del Real e del modello Ajax?

"L'Ajax è diverso da noi. Loro crescono i giovani per poi lasciarli andare via. Il Napoli prova sempre a tenere i talenti. Per quanto concerne il Real, dico che i cicli finiscono...".


Ci dica almeno un calciatore che sarà titolare domani

"Vi dico chi andrà in panchina: io (ride, ndr)".